INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Bonifica dei siti inquinati

Tar Basilicata, sez. I, sent. 14 maggio 2021 n. 387

data: 27.05.2021
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

È illegittima, in quanto viziata da incompetenza nonché da difetto di motivazione, un’ordinanza con la quale, senza una preventiva ed effettiva indagine tesa ad individuare il responsabile della contaminazione e sul solo presupposto della qualità di proprietario, venga ordinato dal Comune di provvedere alla rimozione dei rifiuti esistenti, alla decontaminazione di alcuni siti ricadenti nel territorio comunale e alla loro definitiva bonifica.

Il comma 2 dell’art. 244 del D.lgs. n. 152/2006 (c.d. Codice ambientale) pertinente ratione materiae, infatti, riconduce la titolarità del potere di ingiungere la bonifica di siti contaminati in capo alla Provincia.

Bonifica dei siti inquinati

Tar Basilicata, sez. I, sent. 14 maggio 2021 n. 387

data: 27.05.2021
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

È illegittima, in quanto viziata da incompetenza nonché da difetto di motivazione, un’ordinanza con la quale, senza una preventiva ed effettiva indagine tesa ad individuare il responsabile della contaminazione e sul solo presupposto della qualità di proprietario, venga ordinato dal Comune di provvedere alla rimozione dei rifiuti esistenti, alla decontaminazione di alcuni siti ricadenti nel territorio comunale e alla loro definitiva bonifica.

Il comma 2 dell’art. 244 del D.lgs. n. 152/2006 (c.d. Codice ambientale) pertinente ratione materiae, infatti, riconduce la titolarità del potere di ingiungere la bonifica di siti contaminati in capo alla Provincia.