INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Il Consiglio di Stato si pronuncia sulla detenzione degli animali esotici pericolosi

Consiglio di Stato, sez. IV, sent. 19 febbraio 2021 n. 1490

data: 05.03.2021
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

Al fine di poter correttamente detenere animali appartenenti a specie esotiche ritenute pericolose è necessario che la struttura acquisisca la licenza di giardino zoologico, di cui all’art. 4, d.lgs. n. 73 del 2005, o il provvedimento di esclusione di cui all’art. 2, comma 2, del medesimo decreto e cioè un provvedimento interdirettoriale, adottato dal Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio, di concerto con i Ministeri della salute e delle politiche agricole e forestali, acquisito il parere della Commissione scientifica CITES.

Quest’ultima è preposta a verificare che il numero di esemplari o di specie posseduto dalla struttura richiedente non sia significativo ai fini del perseguimento delle finalità della Direttiva Zoo 1999/22/CE e del d.lgs. 73 del 2005.

Il Consiglio di Stato si pronuncia sulla detenzione degli animali esotici pericolosi

Consiglio di Stato, sez. IV, sent. 19 febbraio 2021 n. 1490

data: 05.03.2021
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

Al fine di poter correttamente detenere animali appartenenti a specie esotiche ritenute pericolose è necessario che la struttura acquisisca la licenza di giardino zoologico, di cui all’art. 4, d.lgs. n. 73 del 2005, o il provvedimento di esclusione di cui all’art. 2, comma 2, del medesimo decreto e cioè un provvedimento interdirettoriale, adottato dal Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio, di concerto con i Ministeri della salute e delle politiche agricole e forestali, acquisito il parere della Commissione scientifica CITES.

Quest’ultima è preposta a verificare che il numero di esemplari o di specie posseduto dalla struttura richiedente non sia significativo ai fini del perseguimento delle finalità della Direttiva Zoo 1999/22/CE e del d.lgs. 73 del 2005.