INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Il rilascio del titolo abilitativo all’edificazione costituisce atto amministrativo vincolato

Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia, Brescia, Sez. I, 12 novembre 2020, n. 785

data: 20.11.2020
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

La società ricorrente, proprietaria di uno stabilimento in cui svolge attività industriale, impugna le deliberazioni del Consiglio comunale di approvazione del PGT, dolendosi che la nuova disciplina urbanistica limita fortemente le possibilità di ampliamento dell’esistente.

Tra le altre censure, la ricorrente contesta la scelta pianificatoria del Comune per violazione del principio di proporzionalità, specie laddove subordina l’ampliamento dell’esistente al parere favorevole dell’UTC.

Osserva il TAR che il rilascio del titolo abilitativo all’edificazione (e corrispondentemente il diniego) costituisce atto amministrativo vincolato alla verifica della conformità della richiesta alla disciplina urbanistico-edilizia.

Conseguentemente, nel procedimento di rilascio non vi può essere spazio per una valutazione di tipo discrezionale, segnatamente sotto forma di parere dell’Ufficio tecnico. Se il progetto è congruente alla strumentazione urbanistica, il permesso di costruire deve essere rilasciato; in caso contrario, deve essere denegato (cfr., C.d.S., Sez. IV, sentenza n. 18/2019).

Il rilascio del titolo abilitativo all’edificazione costituisce atto amministrativo vincolato

Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia, Brescia, Sez. I, 12 novembre 2020, n. 785

data: 20.11.2020
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

La società ricorrente, proprietaria di uno stabilimento in cui svolge attività industriale, impugna le deliberazioni del Consiglio comunale di approvazione del PGT, dolendosi che la nuova disciplina urbanistica limita fortemente le possibilità di ampliamento dell’esistente.

Tra le altre censure, la ricorrente contesta la scelta pianificatoria del Comune per violazione del principio di proporzionalità, specie laddove subordina l’ampliamento dell’esistente al parere favorevole dell’UTC.

Osserva il TAR che il rilascio del titolo abilitativo all’edificazione (e corrispondentemente il diniego) costituisce atto amministrativo vincolato alla verifica della conformità della richiesta alla disciplina urbanistico-edilizia.

Conseguentemente, nel procedimento di rilascio non vi può essere spazio per una valutazione di tipo discrezionale, segnatamente sotto forma di parere dell’Ufficio tecnico. Se il progetto è congruente alla strumentazione urbanistica, il permesso di costruire deve essere rilasciato; in caso contrario, deve essere denegato (cfr., C.d.S., Sez. IV, sentenza n. 18/2019).