INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Il Tar Puglia definisce l’entità della valutazione effettuata dagli organi della P.A. in materia di vincolo idrogeologico

Tar Puglia – Lecce, Sezione I, sentenza 1ottobre 2020, n. 1054

data: 09.10.2020
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

Il vincolo idrogeologico è un vincolo conformativo che limita l’uso di terreni di qualsiasi natura e destinazione che, a causa di date forme di utilizzo, possono, con danno pubblico, subire denudazioni, perdere stabilità o turbare il regime delle acque.

La disciplina settoriale in materia di vincoli idrogeologici richiede un controllo puntuale sotto il profilo della stabilità del suolo e dell’equilibrio idrogeologico o idraulico al fine di evitare che la condotta dei privati possa arrecare nocumento in concreto all’equilibrio idrogeologico.

La valutazione della P.A. in materia dev’essere sorretta da una compiuta verifica dell’incidenza delle opere sul vincolo.

Tale valutazione dev’essere quindi effettuata non ricorrendo ad affermazioni generiche, bensì analizzando i puntuali e specifici rischi nella situazione concreta mediante un corretto e bilanciato esame della compatibilità e sostenibilità delle opere edilizie con i valori alla cui tutela il vincolo è preposto.

Il Tar Puglia definisce l’entità della valutazione effettuata dagli organi della P.A. in materia di vincolo idrogeologico

Tar Puglia – Lecce, Sezione I, sentenza 1ottobre 2020, n. 1054

data: 09.10.2020
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

Il vincolo idrogeologico è un vincolo conformativo che limita l’uso di terreni di qualsiasi natura e destinazione che, a causa di date forme di utilizzo, possono, con danno pubblico, subire denudazioni, perdere stabilità o turbare il regime delle acque.

La disciplina settoriale in materia di vincoli idrogeologici richiede un controllo puntuale sotto il profilo della stabilità del suolo e dell’equilibrio idrogeologico o idraulico al fine di evitare che la condotta dei privati possa arrecare nocumento in concreto all’equilibrio idrogeologico.

La valutazione della P.A. in materia dev’essere sorretta da una compiuta verifica dell’incidenza delle opere sul vincolo.

Tale valutazione dev’essere quindi effettuata non ricorrendo ad affermazioni generiche, bensì analizzando i puntuali e specifici rischi nella situazione concreta mediante un corretto e bilanciato esame della compatibilità e sostenibilità delle opere edilizie con i valori alla cui tutela il vincolo è preposto.