INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Non condonabilità degli abusi edilizi nella fascia di inedificabilità assoluta anche se l’area è di fatto interamente edificata

C.G.A.., sent. 28 giugno 2021 n. 622

data: 09.07.2021
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

È del tutto estraneo alla problematica relativa alla tutela del vincolo paesaggistico il riferimento alla eventuale urbanizzazione di fatto e alla completa edificazione della zona in cui ricade il fabbricato abusivo, alla stregua del valore assolutamente prevalente che la Costituzione assegna alla difesa del paesaggio, rispetto al quale ogni altro interesse è sicuramente recessivo poiché l’interesse paesaggistico viene considerato dalla giurisprudenza costituzionale prevalente nella gerarchia degli interessi pubblici.

La tutela del paesaggio e del patrimonio storico e artistico è principio fondamentale della Costituzione ed ha carattere di preminenza rispetto agli altri beni giuridici che vengono in rilievo nella difesa del territorio.

Alla funzione di tutela del paesaggio, dunque, è estranea ogni forma di attenuazione determinata dal bilanciamento o dalla comparazione con altri interessi, ancorché pubblici, che di volta in volta possono venire in considerazione.

Non condonabilità degli abusi edilizi nella fascia di inedificabilità assoluta anche se l’area è di fatto interamente edificata

C.G.A.., sent. 28 giugno 2021 n. 622

data: 09.07.2021
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

È del tutto estraneo alla problematica relativa alla tutela del vincolo paesaggistico il riferimento alla eventuale urbanizzazione di fatto e alla completa edificazione della zona in cui ricade il fabbricato abusivo, alla stregua del valore assolutamente prevalente che la Costituzione assegna alla difesa del paesaggio, rispetto al quale ogni altro interesse è sicuramente recessivo poiché l’interesse paesaggistico viene considerato dalla giurisprudenza costituzionale prevalente nella gerarchia degli interessi pubblici.

La tutela del paesaggio e del patrimonio storico e artistico è principio fondamentale della Costituzione ed ha carattere di preminenza rispetto agli altri beni giuridici che vengono in rilievo nella difesa del territorio.

Alla funzione di tutela del paesaggio, dunque, è estranea ogni forma di attenuazione determinata dal bilanciamento o dalla comparazione con altri interessi, ancorché pubblici, che di volta in volta possono venire in considerazione.