INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Sui limiti del subappalto

Consiglio di Stato, Sezione VI, sentenza 29 luglio 2020 n. 4832

data: 30.07.2020
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

A seguito del rinvio pregiudiziale alla Corte di Giustizia Europea, il giudice nazionale è tornato ad esprimersi sui limiti del subappalto. Con la Sentenza in commento, infatti, il Collegio ha evidenziato che la direttiva n. 2004/18/CE, in materia di appalti pubblici, deve essere interpretata nel senso che essa osta a una normativa nazionale – quale l’art. 118 comma 4°, d.lgs. n. 163/2006 (v. ora l’art. 115 del d.lgs. n. 50 del 2016) – che limita al trenta per cento la parte dell’appalto che l’offerente è autorizzato a subappaltare a terzi e al venti per cento la possibilità di ribassare i prezzi applicabili alle prestazioni subappaltate rispetto ai prezzi risultanti dall’aggiudicazione; di conseguenza, non risulta applicabile ad una gara di appalto, in quanto contraria al diritto europeo, la disciplina di cui all’art. 118 cit., non potendosi disporre l’esclusione dalla gara di una ditta che ha previsto che le prestazioni lavorative affidate in subappalto vengono retribuite con corrispettivi ribassati di oltre il venti per cento.a

Sui limiti del subappalto

Consiglio di Stato, Sezione VI, sentenza 29 luglio 2020 n. 4832

data: 30.07.2020
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

A seguito del rinvio pregiudiziale alla Corte di Giustizia Europea, il giudice nazionale è tornato ad esprimersi sui limiti del subappalto. Con la Sentenza in commento, infatti, il Collegio ha evidenziato che la direttiva n. 2004/18/CE, in materia di appalti pubblici, deve essere interpretata nel senso che essa osta a una normativa nazionale – quale l’art. 118 comma 4°, d.lgs. n. 163/2006 (v. ora l’art. 115 del d.lgs. n. 50 del 2016) – che limita al trenta per cento la parte dell’appalto che l’offerente è autorizzato a subappaltare a terzi e al venti per cento la possibilità di ribassare i prezzi applicabili alle prestazioni subappaltate rispetto ai prezzi risultanti dall’aggiudicazione; di conseguenza, non risulta applicabile ad una gara di appalto, in quanto contraria al diritto europeo, la disciplina di cui all’art. 118 cit., non potendosi disporre l’esclusione dalla gara di una ditta che ha previsto che le prestazioni lavorative affidate in subappalto vengono retribuite con corrispettivi ribassati di oltre il venti per cento.a