INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Sul riparto di giurisdizione in materia di incentivi per la produzione di energia da fonti rinnovabili

Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, ordinanza 29 ottobre 2020, n. 23900

data: 07.11.2020
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

Le Sezioni Unite, ribadito che appartengono al giudice amministrativo le controversie in materia di tariffe, quantificazione delle stesse e concessione di incentivi, si sono pronunciate sul riparto di giurisdizione in merito ad una controversia avente ad oggetto l’opponibilità al fallimento della cessione di crediti inerenti agli incentivi concessi in relazione alla produzione di energia elettrica.

In particolare, la Corte di Cassazione ha chiarito che, in materia di incentivi per la produzione di energia da fonti rinnovabili, la controversia (tra il gestore del servizio energetico ed il fallimento della società di produzione di energia) relativa all’opponibilità alla procedura concorsuale della cessione di crediti, inerenti agli incentivi concessi per il periodo successivo alla dichiarazione da parte della curatela fallimentare di voler subentrare nel rapporto, non è riconducibile alle suindicate materie riservate alla giurisdizione esclusiva dell’AGA ma appartiene alla giurisdizione del giudice ordinario.

Sul riparto di giurisdizione in materia di incentivi per la produzione di energia da fonti rinnovabili

Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, ordinanza 29 ottobre 2020, n. 23900

data: 07.11.2020
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

Le Sezioni Unite, ribadito che appartengono al giudice amministrativo le controversie in materia di tariffe, quantificazione delle stesse e concessione di incentivi, si sono pronunciate sul riparto di giurisdizione in merito ad una controversia avente ad oggetto l’opponibilità al fallimento della cessione di crediti inerenti agli incentivi concessi in relazione alla produzione di energia elettrica.

In particolare, la Corte di Cassazione ha chiarito che, in materia di incentivi per la produzione di energia da fonti rinnovabili, la controversia (tra il gestore del servizio energetico ed il fallimento della società di produzione di energia) relativa all’opponibilità alla procedura concorsuale della cessione di crediti, inerenti agli incentivi concessi per il periodo successivo alla dichiarazione da parte della curatela fallimentare di voler subentrare nel rapporto, non è riconducibile alle suindicate materie riservate alla giurisdizione esclusiva dell’AGA ma appartiene alla giurisdizione del giudice ordinario.