INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Sul risarcimento del danno per mancata stipula del contratto di appalto

TAR PUGLIA – BARI, SEZ. I – sentenza 8 marzo 2021 n. 420

data: 11.03.2021
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

Con il provvedimento in commento, il T.A.R. di Bari ha ribadito che rientra nella giurisdizione del giudice ordinario –  e non in quella del giudice amministrativo – una controversia avente ad oggetto la richiesta di risarcimento del danno da mancata stipula di un contratto di appalto e, in particolare, di un contratto di concessione per l’utilizzo di un immobile di proprietà comunale, aggiudicato a seguito dell’esperimento di regolare gara pubblica. La giurisdizione esclusiva del G.A. ,come noto, arriva fino all’atto di aggiudicazione definitiva, non potendo estendersi al segmento procedimentale successivo (che precede la stipula del contratto) se non nel caso in cui sussistano posizione di interesse legittimo eventualmente lese, ossia in base al criterio generale di riparto della giurisdizione secondo la consistenza della posizione giuridico soggettiva fatta valere per come azionata dal punto di vista della causa petendi.

Sul risarcimento del danno per mancata stipula del contratto di appalto

TAR PUGLIA – BARI, SEZ. I – sentenza 8 marzo 2021 n. 420

data: 11.03.2021
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

Con il provvedimento in commento, il T.A.R. di Bari ha ribadito che rientra nella giurisdizione del giudice ordinario –  e non in quella del giudice amministrativo – una controversia avente ad oggetto la richiesta di risarcimento del danno da mancata stipula di un contratto di appalto e, in particolare, di un contratto di concessione per l’utilizzo di un immobile di proprietà comunale, aggiudicato a seguito dell’esperimento di regolare gara pubblica. La giurisdizione esclusiva del G.A. ,come noto, arriva fino all’atto di aggiudicazione definitiva, non potendo estendersi al segmento procedimentale successivo (che precede la stipula del contratto) se non nel caso in cui sussistano posizione di interesse legittimo eventualmente lese, ossia in base al criterio generale di riparto della giurisdizione secondo la consistenza della posizione giuridico soggettiva fatta valere per come azionata dal punto di vista della causa petendi.