INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Sulla improcedibilità del ricorso

Consiglio di Stato, sentenza 6 novembre 2020 n. 6827

data: 07.11.2020
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

Il Consiglio di Stato è tornato a ribadire che si ha improcedibilità del ricorso per sopravvenuta carenza di interesse nell’ipotesi in cui si verifichi una sopravvenienza tale da rendere certa e definitiva l’inutilità della sentenza, per avere fatto venir meno, per il ricorrente, qualsiasi residua utilità, anche soltanto strumentale o morale, della pronuncia del giudice. La relativa indagine deve essere condotta dal giudice con il massimo rigore, per evitare che la declaratoria di improcedibilità si risolva in una sostanziale elusione dell’obbligo di pronunciare sulla domanda; l’interesse permane ove la parte possa pretendere il risarcimento del pregiudizio sofferto in conseguenza della determinazione giudicata illegittima.

Sulla improcedibilità del ricorso

Consiglio di Stato, sentenza 6 novembre 2020 n. 6827

data: 07.11.2020
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

Il Consiglio di Stato è tornato a ribadire che si ha improcedibilità del ricorso per sopravvenuta carenza di interesse nell’ipotesi in cui si verifichi una sopravvenienza tale da rendere certa e definitiva l’inutilità della sentenza, per avere fatto venir meno, per il ricorrente, qualsiasi residua utilità, anche soltanto strumentale o morale, della pronuncia del giudice. La relativa indagine deve essere condotta dal giudice con il massimo rigore, per evitare che la declaratoria di improcedibilità si risolva in una sostanziale elusione dell’obbligo di pronunciare sulla domanda; l’interesse permane ove la parte possa pretendere il risarcimento del pregiudizio sofferto in conseguenza della determinazione giudicata illegittima.