INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Sulla legittimità dell’ordine di demolizione di alcuni gazebo di non secondare dimensioni

TAR Calabria, sentenza 746 del 21 novembre 2022

data: 25.11.2022
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

È legittima una ordinanza con la quale un Comune ha ingiunto la demolizione di alcuni gazebo temporanei, di non secondarie dimensioni, con struttura in legno e copertura leggera, nonché il ripristino dello stato dei luoghi, che sia motivato con riferimento al fatto che i manufatti sono stati realizzati senza il preventivo rilascio del permesso di costruire. Nella specie, si trattava, infatti, dell’avvenuta realizzazione di nuove strutture edilizie, mediante la creazione di nuovi spazi e volumi. Tale intervento edilizio è annoverabile nel concetto di “nuova costruzione” di cui all’art. 3, lettera e), del D.P.R. n. 380 del 2001, riguardante ogni trasformazione e urbanistica del territorio non rientrante nelle categorie della manutenzione ordinaria e straordinaria, del restauro e risanamento conservativo e della ristrutturazione edilizia, comprendente qualunque manufatto autonomo o modificativo di altro preesistente.

Sulla legittimità dell’ordine di demolizione di alcuni gazebo di non secondare dimensioni

TAR Calabria, sentenza 746 del 21 novembre 2022

data: 25.11.2022
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

È legittima una ordinanza con la quale un Comune ha ingiunto la demolizione di alcuni gazebo temporanei, di non secondarie dimensioni, con struttura in legno e copertura leggera, nonché il ripristino dello stato dei luoghi, che sia motivato con riferimento al fatto che i manufatti sono stati realizzati senza il preventivo rilascio del permesso di costruire. Nella specie, si trattava, infatti, dell’avvenuta realizzazione di nuove strutture edilizie, mediante la creazione di nuovi spazi e volumi. Tale intervento edilizio è annoverabile nel concetto di “nuova costruzione” di cui all’art. 3, lettera e), del D.P.R. n. 380 del 2001, riguardante ogni trasformazione e urbanistica del territorio non rientrante nelle categorie della manutenzione ordinaria e straordinaria, del restauro e risanamento conservativo e della ristrutturazione edilizia, comprendente qualunque manufatto autonomo o modificativo di altro preesistente.