INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Sulla legittimità dell’ordine di rimozione di rifiuti abbandonati

Consiglio di Stato, sentenza 3 dicembre 2020, n. 7657

data: 11.12.2020
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

Ai fini della legittimità dell’ordine di rimozione di rifiuti abbandonati emesso dal Comune nei confronti del proprietario del suolo è necessario il previo accertamento a suo carico dell’elemento soggettivo del dolo o della colpa nel loro sversamento.

In particolare, ove di tale sversamento siano responsabili soggetti diversi dal proprietario, l’omessa recinzione del suolo non costituisce ex se un indice di negligenza nella vigilanza sul fondo da parte del dominus.

Questo in quanto nel nostro ordinamento la recinzione costituisce una mera facoltà, e la scelta di non fruirne non può tradursi in un fatto colposo ovvero in un onere di ordinaria diligenza (art. 1227, comma 2, c.c.), che elide il diritto al risarcimento del danno.

Sulla legittimità dell’ordine di rimozione di rifiuti abbandonati

Consiglio di Stato, sentenza 3 dicembre 2020, n. 7657

data: 11.12.2020
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

Ai fini della legittimità dell’ordine di rimozione di rifiuti abbandonati emesso dal Comune nei confronti del proprietario del suolo è necessario il previo accertamento a suo carico dell’elemento soggettivo del dolo o della colpa nel loro sversamento.

In particolare, ove di tale sversamento siano responsabili soggetti diversi dal proprietario, l’omessa recinzione del suolo non costituisce ex se un indice di negligenza nella vigilanza sul fondo da parte del dominus.

Questo in quanto nel nostro ordinamento la recinzione costituisce una mera facoltà, e la scelta di non fruirne non può tradursi in un fatto colposo ovvero in un onere di ordinaria diligenza (art. 1227, comma 2, c.c.), che elide il diritto al risarcimento del danno.