INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Sulla natura del provvedimento del GSE in merito agli incentivi ed alla maggiorazione economica di cui al d.m. 5 maggio 2011

Consiglio di Stato, Adunanza plenaria, sentenza 11 settembre 2020, n. 18

data: 18.09.2020
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

Con il provvedimento in commento, l’Adunanza plenaria ha chiarito che la domanda avente ad oggetto il riconoscimento di una tariffa incentivante maggiorata rispetto a quella base in virtù del premio di cui all’art. 14, co. 1, lett. d), d.m. 05.5.2011, debba intendersi come avente oggetto plurimo, pertanto scindibile nei suoi effetti giuridici.

Conseguentemente, laddove la violazione riscontrata sia riferita ad una certificazione prodotta al fine di ottenere la maggiorazione del 10%, essa deve intendersi rilevante ai soli fini della decadenza dalla maggiorazione medesima.

Il Collegio ha peraltro precisato che l’accertamento occorrente per la pronuncia della decadenza dalla maggiorazione debba avere ad oggetto esclusivamente la violazione e la sua rilevanza, dovendo prescindere dall’accertamento dell’elemento soggettivo, la cui verifica viene in rilievo solo nel prosieguo del procedimento sanzionatorio innanzi all’Autorità di settore cui gli atti sono trasmessi.

Sulla natura del provvedimento del GSE in merito agli incentivi ed alla maggiorazione economica di cui al d.m. 5 maggio 2011

Consiglio di Stato, Adunanza plenaria, sentenza 11 settembre 2020, n. 18

data: 18.09.2020
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

Con il provvedimento in commento, l’Adunanza plenaria ha chiarito che la domanda avente ad oggetto il riconoscimento di una tariffa incentivante maggiorata rispetto a quella base in virtù del premio di cui all’art. 14, co. 1, lett. d), d.m. 05.5.2011, debba intendersi come avente oggetto plurimo, pertanto scindibile nei suoi effetti giuridici.

Conseguentemente, laddove la violazione riscontrata sia riferita ad una certificazione prodotta al fine di ottenere la maggiorazione del 10%, essa deve intendersi rilevante ai soli fini della decadenza dalla maggiorazione medesima.

Il Collegio ha peraltro precisato che l’accertamento occorrente per la pronuncia della decadenza dalla maggiorazione debba avere ad oggetto esclusivamente la violazione e la sua rilevanza, dovendo prescindere dall’accertamento dell’elemento soggettivo, la cui verifica viene in rilievo solo nel prosieguo del procedimento sanzionatorio innanzi all’Autorità di settore cui gli atti sono trasmessi.