INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Sulla responsabilità precontrattuale della Pubblica Amministrazione

Cons. St., A.P., 29 novembre 2021, n. 21

data: 04.12.2021
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

Con il provvedimento in esame, l’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato è tornata a pronunciarsi sulla configurabilità della i responsabilità precontrattuale in campo all’Amministrazione. Il Collegio, in particolare, si è espresso sulla possibilità che un provvedimento amministrativo annullato in sede giurisdizionale» sia idoneo a configurare un legittimo e qualificato affidamento tutelabile con un’azione risarcitoria nei confronti della pubblica amministrazione. Il Collegio – sul punto –  ha osservato che, anche in forza dei canoni ermeneutici già espressi dalla stessa Adunanza plenaria, non ogni illegittimità della normativa di gara sia sufficiente per fondare un addebito di responsabilità precontrattuale nei confronti dell’amministrazione; è sempre necessario che l’ Amministrazione abbia violato i principi di correttezza e buona fede. Pertanto, a parere del Collegio, la responsabilità precontrattuale dell’Amministrazione, può verificarsi nel momento in cui la stessa violi colposamente i principi sopra menzionati e il privato deve aver maturato “un ragionevole affidamento sulla stipula del contratto, da valutare in relazione al grado di sviluppo della procedura e che questo affidamento non sia a sua volta inficiato da colpa”.

Sulla responsabilità precontrattuale della Pubblica Amministrazione

Cons. St., A.P., 29 novembre 2021, n. 21

data: 04.12.2021
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

Con il provvedimento in esame, l’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato è tornata a pronunciarsi sulla configurabilità della i responsabilità precontrattuale in campo all’Amministrazione. Il Collegio, in particolare, si è espresso sulla possibilità che un provvedimento amministrativo annullato in sede giurisdizionale» sia idoneo a configurare un legittimo e qualificato affidamento tutelabile con un’azione risarcitoria nei confronti della pubblica amministrazione. Il Collegio – sul punto –  ha osservato che, anche in forza dei canoni ermeneutici già espressi dalla stessa Adunanza plenaria, non ogni illegittimità della normativa di gara sia sufficiente per fondare un addebito di responsabilità precontrattuale nei confronti dell’amministrazione; è sempre necessario che l’ Amministrazione abbia violato i principi di correttezza e buona fede. Pertanto, a parere del Collegio, la responsabilità precontrattuale dell’Amministrazione, può verificarsi nel momento in cui la stessa violi colposamente i principi sopra menzionati e il privato deve aver maturato “un ragionevole affidamento sulla stipula del contratto, da valutare in relazione al grado di sviluppo della procedura e che questo affidamento non sia a sua volta inficiato da colpa”.