INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Sulle attestazioni SOA

Consiglio di Stato, sentenza n. 434 del 12 gennaio 2023

data: 20.01.2023
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

I giudici del Consiglio di Stato hanno confermato alcuni principi in tema di attestazioni SOA. A queste, infatti, non possono essere riconosciuti effetti retroattivi, anche nell’ipotesi in cui un’impresa dichiari di essere rimasta in possesso dei requisiti d’ordine speciale, nonostante l’avvenuta scadenza dell’attestazione. Una simile apertura sarebbe in contrasto con l’art. 75, comma 7, d.P.R. n. 5 ottobre 2010, n. 207, che, nel secondo periodo, precisa che dalla data della nuova attestazione decorre il termine di validità dell’attestazione SOA: “le dichiarazioni rese dall’organismo di attestazione su sollecitazione dell’impresa, non possono condurre a dire esistente il requisito di qualificazione per un periodo precedente al rilascio; in detto periodo, la continuità del requisito di qualificazione richiesto dal bando è stata interrotta in maniera definitiva, senza che a tale fatto possa rimediarsi retroattivamente”(Cons. Stato, sez. V, 31 marzo 2022, n. 2367).

Sulle attestazioni SOA

Consiglio di Stato, sentenza n. 434 del 12 gennaio 2023

data: 20.01.2023
Area: Amministrativo, Energia e Ambiente

I giudici del Consiglio di Stato hanno confermato alcuni principi in tema di attestazioni SOA. A queste, infatti, non possono essere riconosciuti effetti retroattivi, anche nell’ipotesi in cui un’impresa dichiari di essere rimasta in possesso dei requisiti d’ordine speciale, nonostante l’avvenuta scadenza dell’attestazione. Una simile apertura sarebbe in contrasto con l’art. 75, comma 7, d.P.R. n. 5 ottobre 2010, n. 207, che, nel secondo periodo, precisa che dalla data della nuova attestazione decorre il termine di validità dell’attestazione SOA: “le dichiarazioni rese dall’organismo di attestazione su sollecitazione dell’impresa, non possono condurre a dire esistente il requisito di qualificazione per un periodo precedente al rilascio; in detto periodo, la continuità del requisito di qualificazione richiesto dal bando è stata interrotta in maniera definitiva, senza che a tale fatto possa rimediarsi retroattivamente”(Cons. Stato, sez. V, 31 marzo 2022, n. 2367).