INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

L’esclusivo interesse proprio o altrui si integra solo quando il vantaggio dell’ente è totalmente fortuito e non prevedibile

Corte di Cassazione, II sez. penale, sentenza n. 37381 del 23 dicembre 2020

data: 05.02.2020
Area: Compliance e 231

Gli ermellini tornano su uno degli aspetti più dibattuti in materia di responsabilità amministrativa degli enti derivante da reato di cui al D. Lgs. n. 231/2001, ovvero i requisiti dell’interesse o del vantaggio, chiarendone la rilevanza e la corretta valutazione e interpretazione. Con la sentenza n. 37381/2020 la Suprema Corte ribadisce che l’esclusivo interesse proprio o altrui perseguito viene integrato, con conseguente esclusione di responsabilità della persona giuridica, solo quando il vantaggio comunque determinatosi in capo all’ente sia del tutto fortuito e non prevedibile. Solo in tale ultimo caso, infatti, si interrompono il rapporto di immedesimazione organica e la riconducibilità delle relative condotte tra soggetto agente e l’ente.

L’esclusivo interesse proprio o altrui si integra solo quando il vantaggio dell’ente è totalmente fortuito e non prevedibile

Corte di Cassazione, II sez. penale, sentenza n. 37381 del 23 dicembre 2020

data: 05.02.2020
Area: Compliance e 231

Gli ermellini tornano su uno degli aspetti più dibattuti in materia di responsabilità amministrativa degli enti derivante da reato di cui al D. Lgs. n. 231/2001, ovvero i requisiti dell’interesse o del vantaggio, chiarendone la rilevanza e la corretta valutazione e interpretazione. Con la sentenza n. 37381/2020 la Suprema Corte ribadisce che l’esclusivo interesse proprio o altrui perseguito viene integrato, con conseguente esclusione di responsabilità della persona giuridica, solo quando il vantaggio comunque determinatosi in capo all’ente sia del tutto fortuito e non prevedibile. Solo in tale ultimo caso, infatti, si interrompono il rapporto di immedesimazione organica e la riconducibilità delle relative condotte tra soggetto agente e l’ente.