INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

La qualificazione del fatto notorio è denunciabile dinanzi alla Corte di Cassazione per violazione dell’art. 115, comma 2, c.p.c.

Cassazione civile, sez. VI, 31 Agosto 2020, n. 18101. Pres. Adelaide Amendola. Est. Marilena Gorgoni

data: 20.11.2020
Area: Contenzioso e Arbitrati

Secondo quanto previsto dalla Corte di Cassazione nella pronuncia in oggetto, qualora il giudice del merito abbia posto alla base della propria decisione un fatto qualificandolo come notorio, tale fatto, insieme con la sua qualificazione, sarà denunciabile in sede di legittimità per violazione dell’art. 115, comma 2, c.p.c.. Conseguentemente, la Corte di Cassazione, qualora ne dovesse essere investita, avrà il compito di esercitare il proprio controllo ripercorrendo il medesimo processo cognitivo dello stato di conoscenza collettiva operato dal giudice del merito.

La qualificazione del fatto notorio è denunciabile dinanzi alla Corte di Cassazione per violazione dell’art. 115, comma 2, c.p.c.

Cassazione civile, sez. VI, 31 Agosto 2020, n. 18101. Pres. Adelaide Amendola. Est. Marilena Gorgoni

data: 20.11.2020
Area: Contenzioso e Arbitrati

Secondo quanto previsto dalla Corte di Cassazione nella pronuncia in oggetto, qualora il giudice del merito abbia posto alla base della propria decisione un fatto qualificandolo come notorio, tale fatto, insieme con la sua qualificazione, sarà denunciabile in sede di legittimità per violazione dell’art. 115, comma 2, c.p.c.. Conseguentemente, la Corte di Cassazione, qualora ne dovesse essere investita, avrà il compito di esercitare il proprio controllo ripercorrendo il medesimo processo cognitivo dello stato di conoscenza collettiva operato dal giudice del merito.