INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

L’esperimento dell’azione di accertamento della nullità del provvedimento giurisdizionale è consentito limitatamente ai casi eccezionali costituiti dall’abnormità o inesistenza giuridica

Cassazione civile, sez. VI, 15 Ottobre 2020, n. 22334. Pres. Scaldaferri. Est. Nazzicone

data: 11.12.2020
Area: Contenzioso e Arbitrati

Con la sentenza in esame, la Corte di Cassazione ha rilevato che l’azione di accertamento della nullità di un provvedimento giurisdizionale può essere esperita in ogni tempo solo con riferimento ai casi di abnormità o inesistenza giuridica, ossia in ipotesi in cui manchi uno degli elementi essenziali del provvedimento. Di conseguenza, tale azione non è esperibile nei casi in cui sussistano vizi attinenti al contenuto del provvedimento, in quanto la deviazione dal corretto esercizio del potere da parte del giudice determinerebbe un mero vizio del provvedimento non comportandone l’inesistenza.

L’esperimento dell’azione di accertamento della nullità del provvedimento giurisdizionale è consentito limitatamente ai casi eccezionali costituiti dall’abnormità o inesistenza giuridica

Cassazione civile, sez. VI, 15 Ottobre 2020, n. 22334. Pres. Scaldaferri. Est. Nazzicone

data: 11.12.2020
Area: Contenzioso e Arbitrati

Con la sentenza in esame, la Corte di Cassazione ha rilevato che l’azione di accertamento della nullità di un provvedimento giurisdizionale può essere esperita in ogni tempo solo con riferimento ai casi di abnormità o inesistenza giuridica, ossia in ipotesi in cui manchi uno degli elementi essenziali del provvedimento. Di conseguenza, tale azione non è esperibile nei casi in cui sussistano vizi attinenti al contenuto del provvedimento, in quanto la deviazione dal corretto esercizio del potere da parte del giudice determinerebbe un mero vizio del provvedimento non comportandone l’inesistenza.