INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

L’ordinanza ex art. 615 c.p.c., emessa dal Giudice nel procedimento di opposizione a precetto, assorbe con efficacia ex tunc gli effetti del decreto di sospensione inaudita altera parte

Tribunale Lecce, 02 Luglio 2020. Pres., est. Silvestrini

data: 31.07.2020
Area: Contenzioso e Arbitrati

L’ordinanza ex art. 615 c.p.c., emessa dal giudice nel procedimento di opposizione a precetto, assorbe con efficacia ex tunc gli effetti del decreto di sospensione inaudita altera parte. Conseguentemente, nel caso in cui il processo esecutivo sia stato iscritto a ruolo e proseguito, l’esecuzione avviata dal creditore procedente sarà valida perché l’ordinanza di modifica e/o di revoca del decreto inaudita altera parte ha efficacia retroattiva, rendendo tale decreto tamquam non esset.

L’ordinanza ex art. 615 c.p.c., emessa dal Giudice nel procedimento di opposizione a precetto, assorbe con efficacia ex tunc gli effetti del decreto di sospensione inaudita altera parte

Tribunale Lecce, 02 Luglio 2020. Pres., est. Silvestrini

data: 31.07.2020
Area: Contenzioso e Arbitrati

L’ordinanza ex art. 615 c.p.c., emessa dal giudice nel procedimento di opposizione a precetto, assorbe con efficacia ex tunc gli effetti del decreto di sospensione inaudita altera parte. Conseguentemente, nel caso in cui il processo esecutivo sia stato iscritto a ruolo e proseguito, l’esecuzione avviata dal creditore procedente sarà valida perché l’ordinanza di modifica e/o di revoca del decreto inaudita altera parte ha efficacia retroattiva, rendendo tale decreto tamquam non esset.