INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Maturazione dell’usucapione prima e dopo la formazione del titolo esecutivo

Cassazione civile, sez. III, 26 Maggio 2020, n. 9720. Pres. De Stefano. Est. Rossetti

data: 31.07.2020
Area: Contenzioso e Arbitrati

Con la pronuncia in esame la Corte di Cassazione ha chiarito che il terzo che sostiene di aver acquisito per usucapione un bene di cui è stata ordinata la demolizione, per effetto di pronuncia resa in un giudizio svolto tra altri soggetti, deve proporre l’opposizione di terzo ex art. 404 c.p.c. ovvero l’opposizione all’esecuzione ai sensi dell’art. 615 c.p.c.. In particolare, l’opposizione di terzo potrà essere proposta qualora il terzo riesca ad allegare elementi sufficienti a provare che l’usucapione sia maturata prima della formazione del titolo esecutivo, trattandosi di una pretesa non compatibile con la sentenza azionata. In caso contrario, invece, dovrà proporre l’opposizione all’esecuzione ex art. 615 c.p.c., allegando elementi idonei a provare che l’usucapione sia maturata dopo la formazione del titolo giudiziale e costituisca, pertanto, un fatto impeditivo della pretesa esecutiva azionata.

Maturazione dell’usucapione prima e dopo la formazione del titolo esecutivo

Cassazione civile, sez. III, 26 Maggio 2020, n. 9720. Pres. De Stefano. Est. Rossetti

data: 31.07.2020
Area: Contenzioso e Arbitrati

Con la pronuncia in esame la Corte di Cassazione ha chiarito che il terzo che sostiene di aver acquisito per usucapione un bene di cui è stata ordinata la demolizione, per effetto di pronuncia resa in un giudizio svolto tra altri soggetti, deve proporre l’opposizione di terzo ex art. 404 c.p.c. ovvero l’opposizione all’esecuzione ai sensi dell’art. 615 c.p.c.. In particolare, l’opposizione di terzo potrà essere proposta qualora il terzo riesca ad allegare elementi sufficienti a provare che l’usucapione sia maturata prima della formazione del titolo esecutivo, trattandosi di una pretesa non compatibile con la sentenza azionata. In caso contrario, invece, dovrà proporre l’opposizione all’esecuzione ex art. 615 c.p.c., allegando elementi idonei a provare che l’usucapione sia maturata dopo la formazione del titolo giudiziale e costituisca, pertanto, un fatto impeditivo della pretesa esecutiva azionata.