INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Nel caso di cumulo di cause scindibili l’evento interruttivo della prescrizione nei confronti di una delle parti non produce effetti nei confronti delle altre

Cassazione civile, sez. III, 23 Aprile 2020, n. 8123. Pres. Travaglino. Est. Francesca Fiecconi

data: 27.05.2020
Area: Contenzioso e Arbitrati

Nell’ipotesi di cumulo di cause scindibili, la Cassazione ha stabilito che l’evento interruttivo della prescrizione quando è relativo ad una sola delle parti coinvolte non produce effetti nei confronti delle altre. Conseguentemente, anche laddove il giudice non disponga la separazione delle cause scindibili, le altre parti non saranno tenute a riassumere il processo. Ne deriva, dunque, che se la riassunzione non sia stata tempestivamente effettuata nell’interesse della parte colpita dal suddetto evento, l’estinzione si verificherà nei soli confronti di quest’ultima e il processo proseguirà nei confronti degli altri litisconsorti.

Nel caso di cumulo di cause scindibili l’evento interruttivo della prescrizione nei confronti di una delle parti non produce effetti nei confronti delle altre

Cassazione civile, sez. III, 23 Aprile 2020, n. 8123. Pres. Travaglino. Est. Francesca Fiecconi

data: 27.05.2020
Area: Contenzioso e Arbitrati

Nell’ipotesi di cumulo di cause scindibili, la Cassazione ha stabilito che l’evento interruttivo della prescrizione quando è relativo ad una sola delle parti coinvolte non produce effetti nei confronti delle altre. Conseguentemente, anche laddove il giudice non disponga la separazione delle cause scindibili, le altre parti non saranno tenute a riassumere il processo. Ne deriva, dunque, che se la riassunzione non sia stata tempestivamente effettuata nell’interesse della parte colpita dal suddetto evento, l’estinzione si verificherà nei soli confronti di quest’ultima e il processo proseguirà nei confronti degli altri litisconsorti.