INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Ai fini dell’ammissione in privilegio del fideiussore, coobbligato del debitore principale fallito, occorre la prova del pagamento integrale del credito garantito

Tribunale Bologna, 14 Maggio 2020. Pres. Florini. Est. Rita Chierici

Il Tribunale di Bologna, con la pronuncia in esame, ha confermato l’orientamento giurisprudenziale secondo cui il fideiussore che abbia adempiuto al pagamento del debito dopo la dichiarazione di fallimento del debitore principale coobbligato, al fine di vedere accolta la propria istanza di insinuazione al passivo in via di regresso o in virtù del diritto di surroga, deve dimostrare il carattere integralmente satisfattivo del proprio adempimento. Sul punto, infatti, il Tribunale ha chiarito che ai fini dell’ammissione al passivo, non è sufficiente dimostrare il pagamento parziale dell’obbligazione pecuniaria, anche nell’ipotesi in cui questo fosse idoneo ad estinguere l’obbligazione del solvens.

Ai fini dell’ammissione in privilegio del fideiussore, coobbligato del debitore principale fallito, occorre la prova del pagamento integrale del credito garantito

Tribunale Bologna, 14 Maggio 2020. Pres. Florini. Est. Rita Chierici

Il Tribunale di Bologna, con la pronuncia in esame, ha confermato l’orientamento giurisprudenziale secondo cui il fideiussore che abbia adempiuto al pagamento del debito dopo la dichiarazione di fallimento del debitore principale coobbligato, al fine di vedere accolta la propria istanza di insinuazione al passivo in via di regresso o in virtù del diritto di surroga, deve dimostrare il carattere integralmente satisfattivo del proprio adempimento. Sul punto, infatti, il Tribunale ha chiarito che ai fini dell’ammissione al passivo, non è sufficiente dimostrare il pagamento parziale dell’obbligazione pecuniaria, anche nell’ipotesi in cui questo fosse idoneo ad estinguere l’obbligazione del solvens.