INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Decorrenza degli interessi moratori nell’ambito dell’insinuazione al passivo relativo ai crediti del professionista

Cassazione civile, sez. I, 11 Giugno 2021, n. 16548. Pres. Genovese. Est. Ferro

In tema di liquidazione coatta amministrativa, la Corte di Cassazione ha dichiarato che, ai fini dell’insinuazione al passivo del credito relativo a compensi professionali, il dies a quo da cui iniziano a decorrere gli interessi moratori coincide con la data di costituzione in mora del debitore, che si fonda sulla richiesta di partecipazione al concorso per lo stesso credito. Infatti, la prestazione principale, che originariamente attiene ad un debito di valuta, genera interessi moratori in ragione dell’inadempimento ex art. 1282 c.c., con computo in misura legale ex art. 1224 c.c. sin dalla messa in mora costituita dalla domanda di ammissione.

Decorrenza degli interessi moratori nell’ambito dell’insinuazione al passivo relativo ai crediti del professionista

Cassazione civile, sez. I, 11 Giugno 2021, n. 16548. Pres. Genovese. Est. Ferro

In tema di liquidazione coatta amministrativa, la Corte di Cassazione ha dichiarato che, ai fini dell’insinuazione al passivo del credito relativo a compensi professionali, il dies a quo da cui iniziano a decorrere gli interessi moratori coincide con la data di costituzione in mora del debitore, che si fonda sulla richiesta di partecipazione al concorso per lo stesso credito. Infatti, la prestazione principale, che originariamente attiene ad un debito di valuta, genera interessi moratori in ragione dell’inadempimento ex art. 1282 c.c., con computo in misura legale ex art. 1224 c.c. sin dalla messa in mora costituita dalla domanda di ammissione.