INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Idoneità dell’azione intrapresa dal curatore ad interrompere il possesso ad usucapionem

Cassazione civile, sez. II, 31 Maggio 2021, n. 15137. Est. Gorjan

La Corte di Cassazione, con la sentenza in esame, offre un orientamento in tema di usucapione, stabilendo che l’intervento della sentenza dichiarativa di fallimento e trascritta nei pubblici registri ai sensi dell’art. 88 L.Fall. non comporta l’interruzione del possesso, che si verifica solo a seguito dell’azione del curatore volta al recupero del bene mediante lo spossessamento dell’usucapente, nelle forme e nei modi dettati dall’art. 1165 e 1167 c.c.

Idoneità dell’azione intrapresa dal curatore ad interrompere il possesso ad usucapionem

Cassazione civile, sez. II, 31 Maggio 2021, n. 15137. Est. Gorjan

La Corte di Cassazione, con la sentenza in esame, offre un orientamento in tema di usucapione, stabilendo che l’intervento della sentenza dichiarativa di fallimento e trascritta nei pubblici registri ai sensi dell’art. 88 L.Fall. non comporta l’interruzione del possesso, che si verifica solo a seguito dell’azione del curatore volta al recupero del bene mediante lo spossessamento dell’usucapente, nelle forme e nei modi dettati dall’art. 1165 e 1167 c.c.