INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Il credito da revocatoria non si compensa con i crediti verso il fallito

Cassazione civile, sez. I, 11 agosto 2021, n. 22666. Pres. Cristiano. Est. Ferro

Con la sentenza in commento, la Corte di Cassazione ha stabilito che l’accoglimento della domanda di revocatoria fallimentare relativa ad una somma ricevuta dal fallito, costituisce un credito della massa e non può, quindi, essere opposto in compensazione dal curatore, attraverso l’eccezione c.d. revocatoria incidentale, con i crediti vantati nei confronti del fallito in sede di ammissione allo stato passivo.

Il credito da revocatoria non si compensa con i crediti verso il fallito

Cassazione civile, sez. I, 11 agosto 2021, n. 22666. Pres. Cristiano. Est. Ferro

Con la sentenza in commento, il Tribunale di Bergamo ha stabilito che l’imprenditore ammesso al concordato preventivo con continuità aziendale, così come l’imprenditore che propone domanda di concordato con riserva ma prospetta una continuità d’impresa, ha diritto di ottenere il Documento unico di regolarità contributiva anche in costanza di procedura, a prescindere dall’esistenza delle pregresse passività di matrice contributiva.