INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Il liquidatore della società cancellata non può presentare domanda di concordato preventivo

Cassazione civile, sez. VI, 19 luglio 2021, n. 20616. Pres. Bisogni. Est. Ferro

La Corte di Cassazione, con la sentenza in commento, ha stabilito che il liquidatore della società cancellata dal registro delle imprese, di cui sia domandato il fallimento entro l’anno dalla cancellazione, gode della facoltà di chiedere l’ammissione al concordato preventivo. Sul punto, la Suprema Corte ha precisato che quest’ultima procedura è volta alla risoluzione della crisi d’impresa, e perciò la decisione di cessare l’attività imprenditoriale, e di procedere quindi con la cancellazione, ne preclude di fatto l’esercizio stante l’insussistenza del bene al cui risanamento essa dovrebbe mirare.

Il liquidatore della società cancellata non può presentare domanda di concordato preventivo

Cassazione civile, sez. VI, 19 luglio 2021, n. 20616. Pres. Bisogni. Est. Ferro

La Corte di Cassazione, con la sentenza in commento, ha stabilito che il liquidatore della società cancellata dal registro delle imprese, di cui sia domandato il fallimento entro l’anno dalla cancellazione, gode della facoltà di chiedere l’ammissione al concordato preventivo. Sul punto, la Suprema Corte ha precisato che quest’ultima procedura è volta alla risoluzione della crisi d’impresa, e perciò la decisione di cessare l’attività imprenditoriale, e di procedere quindi con la cancellazione, ne preclude di fatto l’esercizio stante l’insussistenza del bene al cui risanamento essa dovrebbe mirare.