INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

In materia di concordato preventivo, è inammissibile una seconda domanda quando la prima sia stata rinunciata prima dell’intervento del tribunale

Tribunale di Brescia, 25 Febbraio 202. Pres. Bruno. Est. Pernigotto

Con la sentenza in commento, il Tribunale di Brescia ha stabilito che il divieto di presentare una seconda domanda di concordato preventivo ex art. 161 comma 9 l.f. è applicabile anche nel caso in cui l’imprenditore abbia rinunciato alla precedente domanda prima della pronuncia del tribunale. Il tribunale ha infatti ritenuto che la ratio della norma citata intende escludere l’inammissibilità della seconda domanda solo nel caso in cui alla prima consegua l’ammissione alla procedura ovvero l’omologazione.

In materia di concordato preventivo, è inammissibile una seconda domanda quando la prima sia stata rinunciata prima dell’intervento del tribunale

Tribunale di Brescia, 25 Febbraio 202. Pres. Bruno. Est. Pernigotto

Con la sentenza in commento, il Tribunale di Brescia ha stabilito che il divieto di presentare una seconda domanda di concordato preventivo ex art. 161 comma 9 l.f. è applicabile anche nel caso in cui l’imprenditore abbia rinunciato alla precedente domanda prima della pronuncia del tribunale. Il tribunale ha infatti ritenuto che la ratio della norma citata intende escludere l’inammissibilità della seconda domanda solo nel caso in cui alla prima consegua l’ammissione alla procedura ovvero l’omologazione.