INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

In materia di procedimento prefallimentare, la valutazione delle ragioni di urgenza per l’abbreviazione del termine per la comparizione del debitore compete solo al Presidente

Cassazione civile, sez. I, 07 maggio 2020, n. 8611. Pres. Genovese. Est. Solaini

La Corte di Cassazione esprime il suo orientamento in materia di procedimento prefallimentare, statuendo che solo il Presidente del Tribunale è competente in merito alla valutazione delle ragioni di urgenza per l’abbreviazione del termine per la comparizione del debitore. Egli potrà, infatti, disporre l’abbreviazione del termine d’ufficio in ragione della particolare natura dell’istruttoria prefallimentare, non essendo possibile ridurla ad un processo tra parti contrapposte, poiché, se accolta, è idonea a dar luogo ad un accertamento costitutivo di efficace erga omnes.

In materia di procedimento prefallimentare, la valutazione delle ragioni di urgenza per l’abbreviazione del termine per la comparizione del debitore compete solo al Presidente

Cassazione civile, sez. I, 07 maggio 2020, n. 8611. Pres. Genovese. Est. Solaini

La Corte di Cassazione esprime il suo orientamento in materia di procedimento prefallimentare, statuendo che solo il Presidente del Tribunale è competente in merito alla valutazione delle ragioni di urgenza per l’abbreviazione del termine per la comparizione del debitore. Egli potrà, infatti, disporre l’abbreviazione del termine d’ufficio in ragione della particolare natura dell’istruttoria prefallimentare, non essendo possibile ridurla ad un processo tra parti contrapposte, poiché, se accolta, è idonea a dar luogo ad un accertamento costitutivo di efficace erga omnes.