INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

L’attività stragiudiziale dell’avvocato nell’interesse del fallimento non necessita di autorizzazione del giudice delegato

Cassazione civile, sez. I, 2 Marzo 2021, n. 5672. Pres. Genovese. Est. Campese

In tema di poteri del giudice delegato, la Corte di Cassazione ha stabilito che, ai sensi del combinato disposto degli artt. 25, comma 4, n. 4 e n. 6 l.fall., non è necessaria l’autorizzazione del giudice delegato ai fini dello svolgimento, nell’interesse del fallimento, dell’attività stragiudiziale da parte di un avvocato delegato dal curatore. Ciò diversamente da quanto accade laddove la suddetta attività comporti la costituzione della procedura concorsuale, nel cui caso è invece richiesta.

L’attività stragiudiziale dell’avvocato nell’interesse del fallimento non necessita di autorizzazione del giudice delegato

Cassazione civile, sez. I, 2 Marzo 2021, n. 5672. Pres. Genovese. Est. Campese

In tema di poteri del giudice delegato, la Corte di Cassazione ha stabilito che, ai sensi del combinato disposto degli artt. 25, comma 4, n. 4 e n. 6 l.fall., non è necessaria l’autorizzazione del giudice delegato ai fini dello svolgimento, nell’interesse del fallimento, dell’attività stragiudiziale da parte di un avvocato delegato dal curatore. Ciò diversamente da quanto accade laddove la suddetta attività comporti la costituzione della procedura concorsuale, nel cui caso è invece richiesta.