INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

L’azione revocatoria ordinaria o fallimentare ha ad oggetto la reintegrazione della garanzia patrimoniale

Cassazione civile, SS.UU., 24 Giugno 2020, n. 12476. Pres. Mammone Est. Terrusi

In tema di azione revocatoria ordinaria o fallimentare, con la pronuncia in esame, è intervenuta la Corte di Cassazione statuendo che la domanda giudiziale ha ad oggetto la reintegrazione della garanzia patrimoniale dei creditori attraverso il suo assoggettamento alla procedura esecutiva e non, piuttosto, il bene trasferito. Ne deriva, dunque, che qualora la domanda sia stata presentata successivamente al fallimento del debitore, i creditori del cedente, ovvero il curatore in caso di suo fallimento, potranno insinuarsi al passivo del fallimento del cessionario per il valore del bene oggetto dell’atto di disposizione.

L’azione revocatoria ordinaria o fallimentare ha ad oggetto la reintegrazione della garanzia patrimoniale

Cassazione civile, SS.UU., 24 Giugno 2020, n. 12476. Pres. Mammone Est. Terrusi

In tema di azione revocatoria ordinaria o fallimentare, con la pronuncia in esame, è intervenuta la Corte di Cassazione statuendo che la domanda giudiziale ha ad oggetto la reintegrazione della garanzia patrimoniale dei creditori attraverso il suo assoggettamento alla procedura esecutiva e non, piuttosto, il bene trasferito. Ne deriva, dunque, che qualora la domanda sia stata presentata successivamente al fallimento del debitore, i creditori del cedente, ovvero il curatore in caso di suo fallimento, potranno insinuarsi al passivo del fallimento del cessionario per il valore del bene oggetto dell’atto di disposizione.