INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Prosecuzione del rapporto di lavoro dell’imprenditore in costanza di concordato preventivo con cessione di beni

Cassazione civile, sez. IV, 29 ottobre 2020, n. 23925, Pres. Raimondi. Est. Patti

La Corte di Cassazione, con la pronuncia in esame, si è espressa stabilendo che, qualora sia stata disposta l’ammissione dell’imprenditore al concordato preventivo per cessione di beni, questo gli consentirebbe di esercitare il diritto di recesso dai rapporti di lavoro in essere. Tuttavia, il solo fatto che in capo all’imprenditore si configuri la possibilità di recedere dai contratti di lavoro in essere, non comporterà ex se l’impossibilità giuridica della continuazione del rapporto di lavoro che, pertanto, proseguirà fino all’eventuale recesso dell’altra parte.

Prosecuzione del rapporto di lavoro dell’imprenditore in costanza di concordato preventivo con cessione di beni

Cassazione civile, sez. IV, 29 ottobre 2020, n. 23925, Pres. Raimondi. Est. Patti

La Corte di Cassazione, con la pronuncia in esame, si è espressa stabilendo che, qualora sia stata disposta l’ammissione dell’imprenditore al concordato preventivo per cessione di beni, questo gli consentirebbe di esercitare il diritto di recesso dai rapporti di lavoro in essere. Tuttavia, il solo fatto che in capo all’imprenditore si configuri la possibilità di recedere dai contratti di lavoro in essere, non comporterà ex se l’impossibilità giuridica della continuazione del rapporto di lavoro che, pertanto, proseguirà fino all’eventuale recesso dell’altra parte.