INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Requisiti di fallibilità di una Start-up

Cassazione Civile, Sez. I, 04 luglio 2022, n. 21152 – Pres. Cristiano, Rel. Vella

Con ordinanza n. 21152 del 4 luglio 2022, la Corte di Cassazione si è espressa sui requisiti di fallibilità di una start-up.

Sul punto, evidenzia la Cassazione, l’articolo 31 del d.l. n. 179 del 2012 prevede che la start-up innovativa non sia sottoponibile a procedure concorsuali che siano differenti da quelle individuate dal capo II della legge 27 gennaio 2012 n. 3, ossia i procedimenti di composizione della crisi da sovraindebitamento e di liquidazione del patrimonio.

Il regime di non fallibilità è tuttavia limitato: ai cinque anni dalla data di costituzione della società (se successiva alla data di entrata in vigore della legge di conversione del d.l. n. 179 del 2012) e al caso in cui la start-up innovativa perda uno dei requisiti previsti dall’articolo 25, comma 2 del dl citato.

Oltre ai requisiti sopraindicati, la start up innovativa deve essere iscritta nell’apposita sezione speciale del Registro delle imprese di cui all’art. 2188 c.c. (comma 8).

Requisiti di fallibilità di una Start-up

Cassazione Civile, Sez. I, 04 luglio 2022, n. 21152 – Pres. Cristiano, Rel. Vella

Con ordinanza n. 21152 del 4 luglio 2022, la Corte di Cassazione si è espressa sui requisiti di fallibilità di una start-up.

Sul punto, evidenzia la Cassazione, l’articolo 31 del d.l. n. 179 del 2012 prevede che la start-up innovativa non sia sottoponibile a procedure concorsuali che siano differenti da quelle individuate dal capo II della legge 27 gennaio 2012 n. 3, ossia i procedimenti di composizione della crisi da sovraindebitamento e di liquidazione del patrimonio.

Il regime di non fallibilità è tuttavia limitato: ai cinque anni dalla data di costituzione della società (se successiva alla data di entrata in vigore della legge di conversione del d.l. n. 179 del 2012) e al caso in cui la start-up innovativa perda uno dei requisiti previsti dall’articolo 25, comma 2 del dl citato.

Oltre ai requisiti sopraindicati, la start up innovativa deve essere iscritta nell’apposita sezione speciale del Registro delle imprese di cui all’art. 2188 c.c. (comma 8).