INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Assemblea ordinaria per l’approvazione del bilancio entro il 28 giugno

data: 09.04.2020
Area: Fiscale e Tributario

In deroga alle norme del codice civile, e dello statuto sociale, l’assemblea ordinaria per l’approvazione del bilancio dell’esercizio chiuso al 31 dicembre 2019 deve essere convocata entro centottanta giorni dalla chiusura dell’esercizio, ovvero entro il 28 giugno (che, peraltro, si tenga presente, cade di domenica).

È quanto emerge dalla lettura dell’articolo 106, comma 1, del D.L. 18/2020, in cui sono contenute importanti disposizioni relative alla procedura di approvazione del bilancio dell’esercizio 2019 alla luce dell’emergenza sanitaria Covid-19.

Ad ogni modo, l’utilizzo del termine più ampio non deve essere motivato dalla società. Esso, inoltre, dovrebbe essere riferito alla data di prima convocazione dell’assemblea.

Si ricorda, infine, che le previsioni di cui sopra si applicano alle assemblee convocate entro il 31 luglio 2020, o comunque, se successiva, entro la data fino alla quale sarà in vigore lo stato di emergenza relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza della epidemia da COVID-19. Tale aspetto può quindi avere un impatto per le società che hanno un esercizio sociale diverso dall’anno solare, per le quali, di fatto, i termini possono restare quelli ordinari stabiliti dal codice civile (salvo modifiche normative che potranno intervenire).

Assemblea ordinaria per l’approvazione del bilancio entro il 28 giugno

data: 09.04.2020
Area: Fiscale e Tributario

In deroga alle norme del codice civile, e dello statuto sociale, l’assemblea ordinaria per l’approvazione del bilancio dell’esercizio chiuso al 31 dicembre 2019 deve essere convocata entro centottanta giorni dalla chiusura dell’esercizio, ovvero entro il 28 giugno (che, peraltro, si tenga presente, cade di domenica).

È quanto emerge dalla lettura dell’articolo 106, comma 1, del D.L. 18/2020, in cui sono contenute importanti disposizioni relative alla procedura di approvazione del bilancio dell’esercizio 2019 alla luce dell’emergenza sanitaria Covid-19.

Ad ogni modo, l’utilizzo del termine più ampio non deve essere motivato dalla società. Esso, inoltre, dovrebbe essere riferito alla data di prima convocazione dell’assemblea.

Si ricorda, infine, che le previsioni di cui sopra si applicano alle assemblee convocate entro il 31 luglio 2020, o comunque, se successiva, entro la data fino alla quale sarà in vigore lo stato di emergenza relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza della epidemia da COVID-19. Tale aspetto può quindi avere un impatto per le società che hanno un esercizio sociale diverso dall’anno solare, per le quali, di fatto, i termini possono restare quelli ordinari stabiliti dal codice civile (salvo modifiche normative che potranno intervenire).