INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Bonus mobili 2021

data: 28.01.2021
Area: Fiscale e Tributario

La Legge di Bilancio conferma la detrazione fiscale del 50% per arredi ed elettrodomestici, con novità in merito all’importo massimo detraibile.

Il limite di spesa passa da 10.000 a 16.000 euro, in relazione ai lavori di ristrutturazione edilizia avviati a partire dal 1° gennaio 2020.

Il bonus mobili 2021 si inserisce all’interno di un piano di incentivi introdotti per le ristrutturazioni delle unità abitative che si completano con l’acquisto di nuovi arredi ed elettrodomestici.

Il bonus consiste nella detrazione IRPEF del 50% che viene accordata ai contribuenti per le spese relative all’acquisto di mobili ed elettrodomestici ad arredo di immobili sottoposti a lavori di ristrutturazione edilizia. Il bonus mobili è quindi a corredo del bonus ristrutturazione. Di fatti la data di inizio dei lavori di ristrutturazione deve essere necessariamente precedente quella dell’acquisto dei mobili o degli elettrodomestici oggetto della detrazione.

Quindi potranno richiedere la detrazione esclusivamente i contribuenti che cambiano arredi o elettrodomestici di immobili ristrutturati.

Bonus mobili 2021

data: 28.01.2021
Area: Fiscale e Tributario

La Legge di Bilancio conferma la detrazione fiscale del 50% per arredi ed elettrodomestici, con novità in merito all’importo massimo detraibile.

Il limite di spesa passa da 10.000 a 16.000 euro, in relazione ai lavori di ristrutturazione edilizia avviati a partire dal 1° gennaio 2020.

Il bonus mobili 2021 si inserisce all’interno di un piano di incentivi introdotti per le ristrutturazioni delle unità abitative che si completano con l’acquisto di nuovi arredi ed elettrodomestici.

Il bonus consiste nella detrazione IRPEF del 50% che viene accordata ai contribuenti per le spese relative all’acquisto di mobili ed elettrodomestici ad arredo di immobili sottoposti a lavori di ristrutturazione edilizia. Il bonus mobili è quindi a corredo del bonus ristrutturazione. Di fatti la data di inizio dei lavori di ristrutturazione deve essere necessariamente precedente quella dell’acquisto dei mobili o degli elettrodomestici oggetto della detrazione.

Quindi potranno richiedere la detrazione esclusivamente i contribuenti che cambiano arredi o elettrodomestici di immobili ristrutturati.