INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Bonus POS

Bonus POS

data: 18.09.2020
Area: Fiscale e Tributario

Il credito d’imposta sulle commissioni per le transazioni effettuate tramite sistemi di pagamento elettronici è un’agevolazione destinata agli imprenditori o lavoratori autonomi, per i quali risultino nell’anno precedente ricavi e compensi inferiori ai 400.000 euro.

Il credito d’imposta è pari al 30% delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate con privati consumatori mediante strumenti di pagamento tracciabili. La misura è stata introdotta allo scopo di incentivare l’impiego di mezzi di pagamento diversi dal contante.

I soggetti destinatari dell’obbligo di comunicazione sono i prestatori di servizi di pagamento che mettono a disposizione degli esercenti i sistemi di pagamento elettronici atti a consentire l’accettazione delle transazioni.

L’Agenzia delle entrate ha istituito il codice 6916 denominato “Credito d’imposta commissioni pagamenti elettronici – articolo 22, decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124”, attraverso cui il bonus deve essere utilizzato esclusivamente in compensazione, tramite modello F24, attraverso i servizi telematici dell’Agenzia, dal mese successivo a quello di sostenimento della spesa.

Bonus POS

data: 18.09.2020
Area: Fiscale e Tributario

Il credito d’imposta sulle commissioni per le transazioni effettuate tramite sistemi di pagamento elettronici è un’agevolazione destinata agli imprenditori o lavoratori autonomi, per i quali risultino nell’anno precedente ricavi e compensi inferiori ai 400.000 euro.

Il credito d’imposta è pari al 30% delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate con privati consumatori mediante strumenti di pagamento tracciabili. La misura è stata introdotta allo scopo di incentivare l’impiego di mezzi di pagamento diversi dal contante.

I soggetti destinatari dell’obbligo di comunicazione sono i prestatori di servizi di pagamento che mettono a disposizione degli esercenti i sistemi di pagamento elettronici atti a consentire l’accettazione delle transazioni.

L’Agenzia delle entrate ha istituito il codice 6916 denominato “Credito d’imposta commissioni pagamenti elettronici – articolo 22, decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124”, attraverso cui il bonus deve essere utilizzato esclusivamente in compensazione, tramite modello F24, attraverso i servizi telematici dell’Agenzia, dal mese successivo a quello di sostenimento della spesa.