INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Cancellazione della seconda rata Imu

data: 30.10.2020
Area: Fiscale e Tributario

Per tutte le attività economiche interessate dalle chiusure o dalle limitazioni di orario previste dal DPCM 24.10.2020 il c.d. “decreto Ristori” prevede l’esenzione dal pagamento della seconda rata dell’IMU per l’anno 2020 (in scadenza il 16.12.2020).

Per beneficiare dell’agevolazione, è richiesto che il proprietario dell’immobile sia gestore dell’attività che in esso viene esercitata.

In ogni caso, restano ferme le disposizioni del decreto “Agosto” in materia di esenzione Imu per i settori del turismo e dello spettacolo (articolo 78, Dl 104/2020), secondo cui non è richiesta corrispondenza tra proprietario dell’immobile e gestore dell’attività esercitata; pertanto, per le fattispecie individuate dalla precedente norma, l’esonero dal versamento del tributo comunale si applica indipendentemente dal fatto che le stesse sono comprese anche nella tabella e che la nuova norma, in generale, prescrive la condizione della coincidenza tra proprietario e operatore economico.

Cancellazione della seconda rata Imu

data: 30.10.2020
Area: Fiscale e Tributario

Per tutte le attività economiche interessate dalle chiusure o dalle limitazioni di orario previste dal DPCM 24.10.2020 il c.d. “decreto Ristori” prevede l’esenzione dal pagamento della seconda rata dell’IMU per l’anno 2020 (in scadenza il 16.12.2020).

Per beneficiare dell’agevolazione, è richiesto che il proprietario dell’immobile sia gestore dell’attività che in esso viene esercitata.

In ogni caso, restano ferme le disposizioni del decreto “Agosto” in materia di esenzione Imu per i settori del turismo e dello spettacolo (articolo 78, Dl 104/2020), secondo cui non è richiesta corrispondenza tra proprietario dell’immobile e gestore dell’attività esercitata; pertanto, per le fattispecie individuate dalla precedente norma, l’esonero dal versamento del tributo comunale si applica indipendentemente dal fatto che le stesse sono comprese anche nella tabella e che la nuova norma, in generale, prescrive la condizione della coincidenza tra proprietario e operatore economico.