INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Coronavirus – Effetti sul bilancio 2019

data: 22.03.2020
Area: Fiscale e Tributario

È possibile che il coronavirus avrà effetti sui bilanci che le imprese chiuderanno alla fine dell’anno corrente.

Risulta infatti fondamentale garantire un’informativa completa circa le ricadute che lo stesso potrà determinare sull’impresa nel corso del 2020.

Siamo in presenza di un evento straordinario intervenuto successivamente alla data di chiusura dell’esercizio 2019, e quindi occorre fare riferimento alle indicazioni del principio contabile OIC 29 che distingue tre ipotesi:

  1. fatti successivi che devono essere recepiti nei valori di bilancio;
  2. fatti successivi che non devono essere recepiti nei valori di bilancio, ovvero i fatti che indicano situazioni sorte dopo la data di bilancio che non richiedono variazione dei valori di bilancio, in quanto di competenza dell’esercizio successivo, bensì indicazione in nota integrativa;
  3. fatti successivi che possono incidere sulla continuità aziendale.

La nota integrativa deve infatti illustrare tutti i fatti rilevanti che, seppur non incidono sui valori del bilancio (in quanto intervenuti successivamente alla chiusura dell’esercizio), sono in grado di impattare sulla situazione finanziaria, patrimoniale ed economica della società.

Coronavirus – Effetti sul bilancio 2019

data: 22.03.2020
Area: Fiscale e Tributario

È possibile che il coronavirus avrà effetti sui bilanci che le imprese chiuderanno alla fine dell’anno corrente.

Risulta infatti fondamentale garantire un’informativa completa circa le ricadute che lo stesso potrà determinare sull’impresa nel corso del 2020.

Siamo in presenza di un evento straordinario intervenuto successivamente alla data di chiusura dell’esercizio 2019, e quindi occorre fare riferimento alle indicazioni del principio contabile OIC 29 che distingue tre ipotesi:

  1. fatti successivi che devono essere recepiti nei valori di bilancio;
  2. fatti successivi che non devono essere recepiti nei valori di bilancio, ovvero i fatti che indicano situazioni sorte dopo la data di bilancio che non richiedono variazione dei valori di bilancio, in quanto di competenza dell’esercizio successivo, bensì indicazione in nota integrativa;
  3. fatti successivi che possono incidere sulla continuità aziendale.

La nota integrativa deve infatti illustrare tutti i fatti rilevanti che, seppur non incidono sui valori del bilancio (in quanto intervenuti successivamente alla chiusura dell’esercizio), sono in grado di impattare sulla situazione finanziaria, patrimoniale ed economica della società.