INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

IMU acconto 2020

data: 11.06.2020
Area: Fiscale e Tributario

La Legge di bilancio 2020 ha confermato le regole per il pagamento dell’imposta in due rate, ossia 16 giugno per l’acconto e 16 dicembre per il saldo precisando, finalmente, che la prima rata è pari all’imposta dovuta per il primo semestre (pur con le aliquote e la detrazione dell’anno precedente) e non, in base alla precedente infelice formulazione, l’imposta dovuta per l’anno in corso divisa in due rate. A tal fine è stato previsto che, in sede di acconto 2020, l’importo da corrispondere sia pari alla metà di quanto versato a titolo di IMU e TASI per l’anno 2019 mentre, in sede di saldo, si provvederà a conguagliare la differenza. Il Decreto Rilancio prevede che siano esentati dal pagamento tutti coloro che sono possessori di immobili adibiti a strutture ricettive e turistiche. Naturalmente, trattandosi, in sostanza, di cancellazione (e non di sospensione) della rata, i beneficiari saranno tenuti, per il 2020, a versare solamente la seconda rata.

IMU acconto 2020

data: 11.06.2020
Area: Fiscale e Tributario

La Legge di bilancio 2020 ha confermato le regole per il pagamento dell’imposta in due rate, ossia 16 giugno per l’acconto e 16 dicembre per il saldo precisando, finalmente, che la prima rata è pari all’imposta dovuta per il primo semestre (pur con le aliquote e la detrazione dell’anno precedente) e non, in base alla precedente infelice formulazione, l’imposta dovuta per l’anno in corso divisa in due rate. A tal fine è stato previsto che, in sede di acconto 2020, l’importo da corrispondere sia pari alla metà di quanto versato a titolo di IMU e TASI per l’anno 2019 mentre, in sede di saldo, si provvederà a conguagliare la differenza. Il Decreto Rilancio prevede che siano esentati dal pagamento tutti coloro che sono possessori di immobili adibiti a strutture ricettive e turistiche. Naturalmente, trattandosi, in sostanza, di cancellazione (e non di sospensione) della rata, i beneficiari saranno tenuti, per il 2020, a versare solamente la seconda rata.