INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Indennità di 600,00 euro per il mese di marzo

data: 02.04.2020
Area: Fiscale e Tributario

È previsto il riconoscimento di un’indennità per il mese di marzo di 600,00 euro a favore dei seguenti soggetti:

  • lavoratori autonomi titolari di partita IVA “attiva” al 23.2.2020; soggetti titolari di rapporti di co.co.co. “attivi” alla medesima data;
  • iscritti alla Gestione separata INPS, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie.

La predetta indennità:

  • non concorre alla formazione del reddito;
  • è erogata dall’INPS previa apposita domanda.

L’Istituto, ha evidenziato che l’indennità spetta anche ai partecipanti a studi associati/società semplici esercenti attività di lavoro autonomo iscritti alla Gestione separata INPS. Non sono contemplati tra i soggetti beneficiari delle indennità in esame i professionisti iscritti alle Casse private di previdenza obbligatoria.

Le prestazioni saranno accessibili esclusivamente in modalità telematica, ragion per cui si rende necessario, per il contribuente, dotarsi di pin dispositivo rilasciato dall’Inps (o pin ordinario, per alcune attività semplici di consultazione o gestione); spid di livello 2 o superiore; carta di identità elettronica 3.0; carta nazionale dei servizi.

Indennità di 600,00 euro per il mese di marzo

data: 02.04.2020
Area: Fiscale e Tributario

È previsto il riconoscimento di un’indennità per il mese di marzo di 600,00 euro a favore dei seguenti soggetti:

  • lavoratori autonomi titolari di partita IVA “attiva” al 23.2.2020; soggetti titolari di rapporti di co.co.co. “attivi” alla medesima data;
  • iscritti alla Gestione separata INPS, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie.

La predetta indennità:

  • non concorre alla formazione del reddito;
  • è erogata dall’INPS previa apposita domanda.

L’Istituto, ha evidenziato che l’indennità spetta anche ai partecipanti a studi associati/società semplici esercenti attività di lavoro autonomo iscritti alla Gestione separata INPS. Non sono contemplati tra i soggetti beneficiari delle indennità in esame i professionisti iscritti alle Casse private di previdenza obbligatoria.

Le prestazioni saranno accessibili esclusivamente in modalità telematica, ragion per cui si rende necessario, per il contribuente, dotarsi di pin dispositivo rilasciato dall’Inps (o pin ordinario, per alcune attività semplici di consultazione o gestione); spid di livello 2 o superiore; carta di identità elettronica 3.0; carta nazionale dei servizi.