INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

ISA 2021, confermati criteri di accesso regime premiale

data: 30.04.2021
Area: Fiscale e Tributario

L’Agenzia delle entrate con il provvedimento direttoriale del 26 aprile scorso (Prot. n.103206/2021) conferma quanto già previsto nel regime premiale applicabile all’annualità 2019 con il quale sono stati fissati i livelli di affidabilità fiscale necessari per il raggiungimento dei benefici del regime premiale Isa applicabili al periodo d’imposta 2020. Il provvedimento spiega che la logica che ha portato ad individuare, anche per il 2020, il punteggio di 8 come soglia minima di accesso al regime premiale, è dovuta al fatto che dai dati relativi al 2019 è emerso che una parte significativa dei contribuenti maggiormente affidabili, anche al netto di eventuali ulteriori componenti positivi dichiarati, si è attestata sopra a tale livello. Anche per l’anno 2020 l’Agenzia delle entrate ha previsto la possibilità che l’accesso ai singoli benefici del regime premiale possa avvenire sia in virtù del singolo punteggio di affidabilità fiscale conseguito per l’anno di riferimento, sia sul risultato medio dei punteggi 2019 e 2020. L’utilizzo del punteggio medio di due annualità è finalizzato a facilitare l’accesso ai benefici premiali ai contribuenti che presentano profili di affidabilità elevati sulla base di un arco temporale più ampio del singolo anno.

ISA 2021, confermati criteri di accesso regime premiale

data: 30.04.2021
Area: Fiscale e Tributario

L’Agenzia delle entrate con il provvedimento direttoriale del 26 aprile scorso (Prot. n.103206/2021) conferma quanto già previsto nel regime premiale applicabile all’annualità 2019 con il quale sono stati fissati i livelli di affidabilità fiscale necessari per il raggiungimento dei benefici del regime premiale Isa applicabili al periodo d’imposta 2020. Il provvedimento spiega che la logica che ha portato ad individuare, anche per il 2020, il punteggio di 8 come soglia minima di accesso al regime premiale, è dovuta al fatto che dai dati relativi al 2019 è emerso che una parte significativa dei contribuenti maggiormente affidabili, anche al netto di eventuali ulteriori componenti positivi dichiarati, si è attestata sopra a tale livello. Anche per l’anno 2020 l’Agenzia delle entrate ha previsto la possibilità che l’accesso ai singoli benefici del regime premiale possa avvenire sia in virtù del singolo punteggio di affidabilità fiscale conseguito per l’anno di riferimento, sia sul risultato medio dei punteggi 2019 e 2020. L’utilizzo del punteggio medio di due annualità è finalizzato a facilitare l’accesso ai benefici premiali ai contribuenti che presentano profili di affidabilità elevati sulla base di un arco temporale più ampio del singolo anno.