INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Novità del modello IVA 2021 e sospensione dei versamenti da Covid

data: 05.03.2021
Area: Fiscale e Tributario

Nel modello IVA 2021 per il 2020 approvato con il provv. Agenzia delle Entrate 15.1.2021 n. 13095 è stato introdotto il nuovo rigo VA16, che deve essere compilato dai soggetti che non hanno effettuato nell’anno 2020, alle scadenze previste, i versamenti IVA (compreso il saldo relativo all’anno 2019) avvalendosi delle disposizioni di sospensione emanate a seguito dell’emergenza da Covid-19. Nel rigo VA16 deve essere indicato il codice che esprime il motivo del mancato versamento, desunto dalla “Tabella versamenti sospesi COVID-19”, e l’importo dei versamenti sospesi. I soggetti che hanno sospeso i versamenti in base a diverse disposizioni devono compilare più campi per indicare gli importi sospesi in relazione a ciascuna previsione normativa di cui hanno usufruito.

Riassumendo le novità in base al provvedimento viene rilevato quanto segue:

  • il quadro VQ permette di gestire i crediti IVA pregressi (ossia riferiti ad annualità anteriori al 2020) “bloccati” a causa della presenza di omessi versamenti periodici;
  • il quadro VL prevede l’indicazione dell’eventuale credito potenziale del 2020 non spendibile a fronte di omessi versamenti periodici (nuovo rigo VL41), nonché dei versamenti IVA spontanei e forzosi relativi al predetto anno effettuati entro la data di presentazione della dichiarazione (rigo VL30);
  • il rigo VA16 è riservato ai soggetti passivi che hanno usufruito dei provvedimenti agevolativi di sospensione dei versamenti emanati a seguito dell’emergenza sanitaria da COVID-19.

Novità del modello IVA 2021 e sospensione dei versamenti da Covid

data: 05.03.2021
Area: Fiscale e Tributario

Nel modello IVA 2021 per il 2020 approvato con il provv. Agenzia delle Entrate 15.1.2021 n. 13095 è stato introdotto il nuovo rigo VA16, che deve essere compilato dai soggetti che non hanno effettuato nell’anno 2020, alle scadenze previste, i versamenti IVA (compreso il saldo relativo all’anno 2019) avvalendosi delle disposizioni di sospensione emanate a seguito dell’emergenza da Covid-19. Nel rigo VA16 deve essere indicato il codice che esprime il motivo del mancato versamento, desunto dalla “Tabella versamenti sospesi COVID-19”, e l’importo dei versamenti sospesi. I soggetti che hanno sospeso i versamenti in base a diverse disposizioni devono compilare più campi per indicare gli importi sospesi in relazione a ciascuna previsione normativa di cui hanno usufruito.

Riassumendo le novità in base al provvedimento viene rilevato quanto segue:

  • il quadro VQ permette di gestire i crediti IVA pregressi (ossia riferiti ad annualità anteriori al 2020) “bloccati” a causa della presenza di omessi versamenti periodici;
  • il quadro VL prevede l’indicazione dell’eventuale credito potenziale del 2020 non spendibile a fronte di omessi versamenti periodici (nuovo rigo VL41), nonché dei versamenti IVA spontanei e forzosi relativi al predetto anno effettuati entro la data di presentazione della dichiarazione (rigo VL30);
  • il rigo VA16 è riservato ai soggetti passivi che hanno usufruito dei provvedimenti agevolativi di sospensione dei versamenti emanati a seguito dell’emergenza sanitaria da COVID-19.