INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Sospensione dei termini di versamento che scadono a dicembre

data: 04.12.2020
Area: Fiscale e Tributario

L’art. 1 del DL n. 157/2020 – Decreto Ristori Quater ha prorogato, per gli esercenti attività di impresa, arte o professione, il termine di versamento della   seconda o unica rata dell’acconto delle imposte sui redditi e dell’ IRAP, dal 30 novembre 2020 al 10 dicembre 2020. Il medesimo articolo ha inoltre disposto un’ulteriore proroga, per il predetto termine, al 30 aprile 2021, per i seguenti soggetti:

  • esercenti attività di impresa, arte o professione, con ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro nel periodo di imposta precedente a quello in corso alla data di entrata in vigore del presente decreto, che abbiano subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33 per cento nel primo semestre dell’anno 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente;
  • esercenti attività oggetto delle misure restrittive del Dpcm del 3 novembre operanti nelle zone rosse, nonché per i ristoranti in zona arancione, a prescindere dai requisiti relativi ai ricavi o compensi e alla diminuzione del fatturato o dei corrispettivi.

L’art. 2 del medesimo Decreto, ha inoltre disposto la sospensione dei contributi previdenziali, dei versamenti delle ritenute alla fonte e dell’Iva con scadenza nel mese di dicembre per tutti gli esercenti attività di impresa, arte o professione con un fatturato non superiore a 50 milioni di euro nel 2019 e che hanno registrato un calo del 33 per cento del fatturato nel mese di novembre 2020 rispetto allo stesso mese del 2019, nonché, per gli esercenti le attività  economiche chiuse a seguito del Dpcm del 3 novembre, le attività oggetto di misure restrittive con sede in zone rosse e per i ristoranti in zone rosse o arancioni, tour operator, agenzie di viaggi e alberghi in zone rosse. I predetti  tributi sono prorogati, senza applicazione di sanzioni e interessi, al 16 marzo 2021, in unica soluzione o in un massimo di quattro rate.

Sospensione dei termini di versamento che scadono a dicembre

data: 04.12.2020
Area: Fiscale e Tributario

L’art. 1 del DL n. 157/2020 – Decreto Ristori Quater ha prorogato, per gli esercenti attività di impresa, arte o professione, il termine di versamento della   seconda o unica rata dell’acconto delle imposte sui redditi e dell’ IRAP, dal 30 novembre 2020 al 10 dicembre 2020. Il medesimo articolo ha inoltre disposto un’ulteriore proroga, per il predetto termine, al 30 aprile 2021, per i seguenti soggetti:

  • esercenti attività di impresa, arte o professione, con ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro nel periodo di imposta precedente a quello in corso alla data di entrata in vigore del presente decreto, che abbiano subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33 per cento nel primo semestre dell’anno 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente;
  • esercenti attività oggetto delle misure restrittive del Dpcm del 3 novembre operanti nelle zone rosse, nonché per i ristoranti in zona arancione, a prescindere dai requisiti relativi ai ricavi o compensi e alla diminuzione del fatturato o dei corrispettivi.

L’art. 2 del medesimo Decreto, ha inoltre disposto la sospensione dei contributi previdenziali, dei versamenti delle ritenute alla fonte e dell’Iva con scadenza nel mese di dicembre per tutti gli esercenti attività di impresa, arte o professione con un fatturato non superiore a 50 milioni di euro nel 2019 e che hanno registrato un calo del 33 per cento del fatturato nel mese di novembre 2020 rispetto allo stesso mese del 2019, nonché, per gli esercenti le attività  economiche chiuse a seguito del Dpcm del 3 novembre, le attività oggetto di misure restrittive con sede in zone rosse e per i ristoranti in zone rosse o arancioni, tour operator, agenzie di viaggi e alberghi in zone rosse. I predetti  tributi sono prorogati, senza applicazione di sanzioni e interessi, al 16 marzo 2021, in unica soluzione o in un massimo di quattro rate.