INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Superbonus 110% con asseverazione e visto di conformità

data: 06.08.2020
Area: Fiscale e Tributario

Nel caso siano stati effettuati gli interventi previsti dall’art. 119 del DL 34/2020 che consentono di fruire del superbonus del 110%, ai fini dell’opzione per la cessione o per lo sconto sul corrispettivo il contribuente deve richiedere il visto di conformità dei dati relativi alla documentazione che attesti la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d’imposta.

Tale attestazione non dovrebbe essere richiesta per fruire soltanto del superbonus del 110%.

Ai fini sia del superbonus del 110%, sia dell’opzione per la cessione/sconto invece:

  • per gli interventi di riqualificazione energetica di cui ai co. 1, 2 e 3 dell’art. 119 del DL 34/2020, i tecnici abilitati devono asseverare il rispetto dei requisiti previsti dai decreti attuativi emanati ai sensi del co. 3-ter dell’art. 14 del DL 63/2013 nonché redigere la dichiarazione di congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati;
  • per gli interventi antisismici di cui al co. 4 dell’art. 119 del DL 34/2020, l’efficacia degli stessi deve essere asseverata dai professionisti incaricati della progettazione strutturale, della direzione dei lavori delle strutture e del collaudo statico secondo le rispettive competenze professionali. I professionisti incaricati devono anche attestare l’efficacia rispetto alla riduzione del rischio sismico e la congruità delle spese sostenute.

L’asseverazione del tecnico abilitato, ai sensi del comma 13-bis, dovrà essere rilasciata al termine dei lavori o per ogni stato di avanzamento dei lavori (SAL) sulla base delle condizioni e nei limiti specificati all’articolo 121 del citato decreto.

La non veridicità delle attestazioni o asseverazioni comporta la decadenza dal beneficio.

Le spese sostenute per il rilascio delle attestazioni e delle asseverazioni richieste e per il rilascio del visto di conformità sono comunque detraibili nella misura del 110% ove riguardino gli interventi previsti dall’art. 119 del DL 34/2020.

Per i professionisti sarà anche obbligatorio stipulare una polizza di assicurazione della responsabilità civile, con massimale che dovrà adeguarsi alla quantità delle attestazioni o delle asseverazioni rilasciate (oltreché agli importi degli interventi oggetto delle attestazioni o asseverazioni) non inferiore a 500 mila euro.

Superbonus 110% con asseverazione e visto di conformità

data: 06.08.2020
Area: Fiscale e Tributario

Nel caso siano stati effettuati gli interventi previsti dall’art. 119 del DL 34/2020 che consentono di fruire del superbonus del 110%, ai fini dell’opzione per la cessione o per lo sconto sul corrispettivo il contribuente deve richiedere il visto di conformità dei dati relativi alla documentazione che attesti la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d’imposta.

Tale attestazione non dovrebbe essere richiesta per fruire soltanto del superbonus del 110%.

Ai fini sia del superbonus del 110%, sia dell’opzione per la cessione/sconto invece:

  • per gli interventi di riqualificazione energetica di cui ai co. 1, 2 e 3 dell’art. 119 del DL 34/2020, i tecnici abilitati devono asseverare il rispetto dei requisiti previsti dai decreti attuativi emanati ai sensi del co. 3-ter dell’art. 14 del DL 63/2013 nonché redigere la dichiarazione di congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati;
  • per gli interventi antisismici di cui al co. 4 dell’art. 119 del DL 34/2020, l’efficacia degli stessi deve essere asseverata dai professionisti incaricati della progettazione strutturale, della direzione dei lavori delle strutture e del collaudo statico secondo le rispettive competenze professionali. I professionisti incaricati devono anche attestare l’efficacia rispetto alla riduzione del rischio sismico e la congruità delle spese sostenute.

L’asseverazione del tecnico abilitato, ai sensi del comma 13-bis, dovrà essere rilasciata al termine dei lavori o per ogni stato di avanzamento dei lavori (SAL) sulla base delle condizioni e nei limiti specificati all’articolo 121 del citato decreto.

La non veridicità delle attestazioni o asseverazioni comporta la decadenza dal beneficio.

Le spese sostenute per il rilascio delle attestazioni e delle asseverazioni richieste e per il rilascio del visto di conformità sono comunque detraibili nella misura del 110% ove riguardino gli interventi previsti dall’art. 119 del DL 34/2020.

Per i professionisti sarà anche obbligatorio stipulare una polizza di assicurazione della responsabilità civile, con massimale che dovrà adeguarsi alla quantità delle attestazioni o delle asseverazioni rilasciate (oltreché agli importi degli interventi oggetto delle attestazioni o asseverazioni) non inferiore a 500 mila euro.