INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Ai sensi dell’art. 33, comma 5, l. n. 104/1992 la scelta della sede di lavoro più vicina al domicilio non costituisce diritto assoluto

Corte di Cassazione, sezione lavoro, 27 giugno 2022 n. 20523

data: 08.07.2022
Area: Diritto del Lavoro

La scelta della sede di lavoro più vicina al domicilio seppur prevista dall’art. 33, comma 5, della legge n. 104/1992 per i fruitori della stessa, non è un diritto assoluto, atteso che la disposizione prevede l’inciso “ove possibile”.

Ciò significa che occorre bilanciare l’interesse del lavoratore con quello economico-organizzativo del datore di lavoro.

Ai sensi dell’art. 33, comma 5, l. n. 104/1992 la scelta della sede di lavoro più vicina al domicilio non costituisce diritto assoluto

Corte di Cassazione, sezione lavoro, 27 giugno 2022 n. 20523

data: 08.07.2022
Area: Diritto del Lavoro

La scelta della sede di lavoro più vicina al domicilio seppur prevista dall’art. 33, comma 5, della legge n. 104/1992 per i fruitori della stessa, non è un diritto assoluto, atteso che la disposizione prevede l’inciso “ove possibile”.

Ciò significa che occorre bilanciare l’interesse del lavoratore con quello economico-organizzativo del datore di lavoro.