INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Concorso di colpa del lavoratore nell’infortunio – casi di esclusione

Corte di Cassazione, Sezione VI civile, Ordinanza del 15 maggio 2020, n. 8988

data: 01.06.2020
Area: Diritto del Lavoro

Anche quando la condotta della vittima di un infortunio sul lavoro possa astrattamente qualificarsi come imprudente, deve nondimeno escludersi qualsiasi concorso di colpa a carico del danneggiato in tre ipotesi.

La prima ipotesi si verifica quando risulti che il datore di lavoro abbia mancato di adottare le prescritte misure di sicurezza; la seconda ipotesi si verifica quanto il datore di lavoro abbia impartito l’ordine, nell’esecuzione puntuale del quale si sia verificato l’infortunio; la terza ipotesi si verifica quanto il datore di lavoro abbia trascurato di fornire al lavoratore infortunato una adeguata formazione ed informazione sui rischi lavorativi; ricorrendo tali ipotesi, l’eventuale condotta imprudente della vittima degrada a mera occasione dell’infortunio, ed è perciò giuridicamente irrilevante.

Concorso di colpa del lavoratore nell’infortunio – casi di esclusione

Corte di Cassazione, Sezione VI civile, Ordinanza del 15 maggio 2020, n. 8988

data: 01.06.2020
Area: Diritto del Lavoro

Anche quando la condotta della vittima di un infortunio sul lavoro possa astrattamente qualificarsi come imprudente, deve nondimeno escludersi qualsiasi concorso di colpa a carico del danneggiato in tre ipotesi.

La prima ipotesi si verifica quando risulti che il datore di lavoro abbia mancato di adottare le prescritte misure di sicurezza; la seconda ipotesi si verifica quanto il datore di lavoro abbia impartito l’ordine, nell’esecuzione puntuale del quale si sia verificato l’infortunio; la terza ipotesi si verifica quanto il datore di lavoro abbia trascurato di fornire al lavoratore infortunato una adeguata formazione ed informazione sui rischi lavorativi; ricorrendo tali ipotesi, l’eventuale condotta imprudente della vittima degrada a mera occasione dell’infortunio, ed è perciò giuridicamente irrilevante.