INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Fragili, Lavoro agile e assenze dal servizio – il 31 marzo cessano le misure legate allo stato di emergenza

INPS – Messaggio del 11.03.2022, n. 1126

data: 18.03.2022
Area: Diritto del Lavoro

L’ INPS è intervenuta in merito al riconoscimento della tutela previdenziale per i cd. lavoratori fragili affetti da patologie croniche ( decreto interministeriale 4 febbraio 2022 ) con scarso compenso clinico e con particolare connotazione di gravità, in presenza delle quali la prestazione lavorativa viene effettuata in modalità agile, anche attraverso l’adibizione a diversa mansione ricompresa nella medesima categoria o area di inquadramento.

L’Ente ha precisato che dal 1° aprile cesseranno le misure eccezionalmente previste durante la pandemia quali:

  • la sorveglianza sanitaria – Cessa la possibilità per i datori di lavoro di ricorrere alla cd. Sorveglianza sanitaria eccezionale dei lavoratori maggiormente a rischio contagio;
  • congedi parentali covid-19 – Cessa la possibilità di fruire del congedo parentale SARS CoV-2 per un periodo corrispondente in tutto o in parte alla sospensione dell’attività didattica o educativa in presenza, alla durata dell’infezione da SARS-CoV-2 del figlio convivente minore di anni 14, nonché alla durata della quarantena del figlio a seguito di contatto ovunque avvenuto.
  • Tutele per i genitori di figli con disabilità – Cessa dal 31 marzo anche la possibilità, in caso di sospensione dell’attività didattica o educativa in presenza, di infezione da SARS-CoV-2 o di quarantena del figlio a seguito di contatto ovunque avvenuto del figlio disabile di età compresa fra 14 e 16 anni, di uno dei genitori lavoratori dipendenti, alternativamente all’altro, di astenersi dal lavoro senza corresponsione di retribuzione o indennità, né riconoscimento di contribuzione figurativa, ma con divieto di licenziamento e diritto alla conservazione del posto di lavoro.

Fragili, Lavoro agile e assenze dal servizio – il 31 marzo cessano le misure legate allo stato di emergenza

INPS – Messaggio del 11.03.2022, n. 1126

data: 18.03.2022
Area: Diritto del Lavoro

L’ INPS è intervenuta in merito al riconoscimento della tutela previdenziale per i cd. lavoratori fragili affetti da patologie croniche ( decreto interministeriale 4 febbraio 2022 ) con scarso compenso clinico e con particolare connotazione di gravità, in presenza delle quali la prestazione lavorativa viene effettuata in modalità agile, anche attraverso l’adibizione a diversa mansione ricompresa nella medesima categoria o area di inquadramento.

L’Ente ha precisato che dal 1° aprile cesseranno le misure eccezionalmente previste durante la pandemia quali:

  • la sorveglianza sanitaria – Cessa la possibilità per i datori di lavoro di ricorrere alla cd. Sorveglianza sanitaria eccezionale dei lavoratori maggiormente a rischio contagio;
  • congedi parentali covid-19 – Cessa la possibilità di fruire del congedo parentale SARS CoV-2 per un periodo corrispondente in tutto o in parte alla sospensione dell’attività didattica o educativa in presenza, alla durata dell’infezione da SARS-CoV-2 del figlio convivente minore di anni 14, nonché alla durata della quarantena del figlio a seguito di contatto ovunque avvenuto.
  • Tutele per i genitori di figli con disabilità – Cessa dal 31 marzo anche la possibilità, in caso di sospensione dell’attività didattica o educativa in presenza, di infezione da SARS-CoV-2 o di quarantena del figlio a seguito di contatto ovunque avvenuto del figlio disabile di età compresa fra 14 e 16 anni, di uno dei genitori lavoratori dipendenti, alternativamente all’altro, di astenersi dal lavoro senza corresponsione di retribuzione o indennità, né riconoscimento di contribuzione figurativa, ma con divieto di licenziamento e diritto alla conservazione del posto di lavoro.