INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Nei contratti di appalto il committente non può essere considerato responsabile in materia di sicurezza qualora non abbia in alcun modo interferito con le scelte dell’appaltatore

Corte di Cassazione, sentenza del 1 febbraio 2023, n. 2991

data: 03.03.2023
Area: Diritto del Lavoro

Non è configurabile una responsabilità del committente per il solo fatto di aver affidato in appalto determinati lavori.

Perché possa ritenersi sussistente in capo al committente una responsabilità per la violazione dell’obbligo di adottare le misure necessarie a tutelare l’integrità fisica dei prestatori di lavoro lo stesso deve essersi reso garante della vigilanza relativa alle misure da adottare in concreto ed essersi riservato i poteri tecnico-organizzativi dell’opera da eseguire non potendo esigersi dal committente un controllo pressante, continuo e capillare sull’organizzazione e sull’andamento dei lavori.

Nei contratti di appalto il committente non può essere considerato responsabile in materia di sicurezza qualora non abbia in alcun modo interferito con le scelte dell’appaltatore

Corte di Cassazione, sentenza del 1 febbraio 2023, n. 2991

data: 03.03.2023
Area: Diritto del Lavoro

Non è configurabile una responsabilità del committente per il solo fatto di aver affidato in appalto determinati lavori.

Perché possa ritenersi sussistente in capo al committente una responsabilità per la violazione dell’obbligo di adottare le misure necessarie a tutelare l’integrità fisica dei prestatori di lavoro lo stesso deve essersi reso garante della vigilanza relativa alle misure da adottare in concreto ed essersi riservato i poteri tecnico-organizzativi dell’opera da eseguire non potendo esigersi dal committente un controllo pressante, continuo e capillare sull’organizzazione e sull’andamento dei lavori.