INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Nuove disposizioni in materia di tirocini – prime indicazioni

INL – Nota del 21.03.2022, n. 530

data: 27.03.2022
Area: Diritto del Lavoro

La Legge di Bilancio ha introdotto importanti novità in materia di tirocini, affidando alla Conferenza Permanente per i Rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano la conclusione di un nuovo accordo per la definizione di linee guida condivise in materia di tirocini diversi da quelli curriculari.

I Cinque commi dedicati alla materia ( dal 720 al 725 ), dettano criteri per la successiva elaborazione delle linee guida e aggiornano una serie di obblighi e relative sanzioni immediatamente operativi.

Accanto a disposizioni di futura applicazione, la legge di bilancio ha introdotto ulteriori precetti che risultano essere già vigenti a partire dalla sua entrata in vigore

Tra questi:

  • Comma 722 – Mancata corresponsione dell’ indennità : E’ prevista a carico del trasgressore l’irrogazione di una sanzione amministrativa il cui ammontare è proporzionato alla gravità dell’illecito commesso, in misura variabile da un minimo di 1.000 euro a un massimo di 6.000 euro.
  • Comma 723 – Ricorso fraudolento al tirocinio : La condotta fraudolenta del soggetto ospitante, con l’impiego del tirocinante alla stregua di un effettivo rapporto di lavoro o in sostituzione di lavoratore dipendente, è punita con la pena dell’ammenda di 50 euro per ciascun tirocinante coinvolto e per ciascun giorno di tirocinio, ferma restando la possibilità, su domanda del tirocinante, di riconoscere la sussistenza di un rapporto di lavoro subordinato a partire dalla pronuncia giudiziale. Trattandosi di sanzione penale punita con pena pecuniaria, la stessa è soggetta a prescrizione obbligatoria ex art. 20 L. n. 758/1994, con la quale intimare la cessazione del rapporto di tirocinio mentre, in forza di quanto espressamente previsto dal legislatore, sarà lo stesso tirocinante a richiedere eventualmente il riconoscimento di un rapporto di lavoro subordinato tramite apposita azione giudiziaria ( le istruzioni operative fornite dall’ Ispettorato con al circ. n. 8 del 18.04.2018 sono ancora valide).
  • Comma 724 – Comunicazioni ai centri per l’impiego : Gli obblighi di comunicazione, in coerenza con i precedenti orientamenti, riguardano esclusivamente i tirocini extra-curriculari.

Comma 725 – Obblighi di sicurezza : Per quanto concerne gli obblighi di sicurezza la figura del tirocinante viene equiparata a quella del lavoratore dipendente con ciò determinando l’applicazione delle medesime tutele previste in favore del personale dipendente.

Nuove disposizioni in materia di tirocini – prime indicazioni

INL – Nota del 21.03.2022, n. 530

data: 27.03.2022
Area: Diritto del Lavoro

La Legge di Bilancio ha introdotto importanti novità in materia di tirocini, affidando alla Conferenza Permanente per i Rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano la conclusione di un nuovo accordo per la definizione di linee guida condivise in materia di tirocini diversi da quelli curriculari.

I Cinque commi dedicati alla materia ( dal 720 al 725 ), dettano criteri per la successiva elaborazione delle linee guida e aggiornano una serie di obblighi e relative sanzioni immediatamente operativi.

Accanto a disposizioni di futura applicazione, la legge di bilancio ha introdotto ulteriori precetti che risultano essere già vigenti a partire dalla sua entrata in vigore

Tra questi:

  • Comma 722 – Mancata corresponsione dell’ indennità : E’ prevista a carico del trasgressore l’irrogazione di una sanzione amministrativa il cui ammontare è proporzionato alla gravità dell’illecito commesso, in misura variabile da un minimo di 1.000 euro a un massimo di 6.000 euro.
  • Comma 723 – Ricorso fraudolento al tirocinio : La condotta fraudolenta del soggetto ospitante, con l’impiego del tirocinante alla stregua di un effettivo rapporto di lavoro o in sostituzione di lavoratore dipendente, è punita con la pena dell’ammenda di 50 euro per ciascun tirocinante coinvolto e per ciascun giorno di tirocinio, ferma restando la possibilità, su domanda del tirocinante, di riconoscere la sussistenza di un rapporto di lavoro subordinato a partire dalla pronuncia giudiziale. Trattandosi di sanzione penale punita con pena pecuniaria, la stessa è soggetta a prescrizione obbligatoria ex art. 20 L. n. 758/1994, con la quale intimare la cessazione del rapporto di tirocinio mentre, in forza di quanto espressamente previsto dal legislatore, sarà lo stesso tirocinante a richiedere eventualmente il riconoscimento di un rapporto di lavoro subordinato tramite apposita azione giudiziaria ( le istruzioni operative fornite dall’ Ispettorato con al circ. n. 8 del 18.04.2018 sono ancora valide).
  • Comma 724 – Comunicazioni ai centri per l’impiego : Gli obblighi di comunicazione, in coerenza con i precedenti orientamenti, riguardano esclusivamente i tirocini extra-curriculari.

Comma 725 – Obblighi di sicurezza : Per quanto concerne gli obblighi di sicurezza la figura del tirocinante viene equiparata a quella del lavoratore dipendente con ciò determinando l’applicazione delle medesime tutele previste in favore del personale dipendente.