INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Prestazione lavorativa in ambiente inquinato: va risarcito anche il danno morale

Corte di Cassazione, sezione lavoro, 17 giugno 2022, n. 19621

data: 24.06.2022
Area: Diritto del Lavoro

Al lavoratore che vive temendo di ammalarsi perché svolge la prestazione lavorativa in un ambiente inquinato va riconosciuto il danno morale, qualora sia provata la compressione del suo diritto alla piena esplicazione dei gesti quotidiani.

Per la Corte di Cassazione il patema d’animo derivante dalla paura di possibili ripercussioni sulla salute provocate da un ambiente inquinato da sostanze tossiche, richiede un autonomo risarcimento ulteriore rispetto all’eventuale danno biologico.

Prestazione lavorativa in ambiente inquinato: va risarcito anche il danno morale

Corte di Cassazione, sezione lavoro, 17 giugno 2022, n. 19621

data: 24.06.2022
Area: Diritto del Lavoro

Al lavoratore che vive temendo di ammalarsi perché svolge la prestazione lavorativa in un ambiente inquinato va riconosciuto il danno morale, qualora sia provata la compressione del suo diritto alla piena esplicazione dei gesti quotidiani.

Per la Corte di Cassazione il patema d’animo derivante dalla paura di possibili ripercussioni sulla salute provocate da un ambiente inquinato da sostanze tossiche, richiede un autonomo risarcimento ulteriore rispetto all’eventuale danno biologico.