INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Proroga acausale contratti a termine – Chiarimenti INL

INL, nota del 3 giugno 2020, 160

data: 08.06.2020
Area: Diritto del Lavoro

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha emanato la nota n. 160 del 3 giugno 2020, con la quale fornisce ulteriori indicazioni in merito alle modifiche apportate al D.L. n. 18 del 17 marzo 2020, già convertito dalla L. n. 27 del 24 aprile 2020, da parte del D.L. n. 34 del 20 maggio 2020.

In particolare, riguardo all’art. 93 del D.L. n. 34/2020, che introduce la possibilità di derogare all’obbligo di indicare le condizioni di cui all’art. 19, comma 1, del D.Lgs. n. 81/2015 qualora si intenda prorogare o rinnovare sino al 30 agosto p.v., l’INL chiarisce che i rapporti di lavoro a tempo determinato devono sussistere al 23 febbraio 2020. Ai fini della proroga o del rinnovo “acausale” di cui alla predetta disposizione, deve quindi ricorrere la seguente doppia condizione:

  • il contratto a tempo determinato deve risultare in essere al 23 febbraio (sono pertanto esclusi i contratti stipulati per la prima volta dopo il 23 febbraio);
  • il contratto di lavoro prorogato o rinnovato deve cessare entro il 30 agosto 2020.

Resta ovviamente ferma la possibilità di disporre una proroga “acausale” anche oltre il 30 agosto laddove la stessa, nel rispetto dell’art. 19, comma 1, del D.Lgs. n. 81/2015, non comporti il superamento del periodo di 12 mesi.

Proroga acausale contratti a termine – Chiarimenti INL

INL, nota del 3 giugno 2020, 160

data: 08.06.2020
Area: Diritto del Lavoro

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha emanato la nota n. 160 del 3 giugno 2020, con la quale fornisce ulteriori indicazioni in merito alle modifiche apportate al D.L. n. 18 del 17 marzo 2020, già convertito dalla L. n. 27 del 24 aprile 2020, da parte del D.L. n. 34 del 20 maggio 2020.

In particolare, riguardo all’art. 93 del D.L. n. 34/2020, che introduce la possibilità di derogare all’obbligo di indicare le condizioni di cui all’art. 19, comma 1, del D.Lgs. n. 81/2015 qualora si intenda prorogare o rinnovare sino al 30 agosto p.v., l’INL chiarisce che i rapporti di lavoro a tempo determinato devono sussistere al 23 febbraio 2020. Ai fini della proroga o del rinnovo “acausale” di cui alla predetta disposizione, deve quindi ricorrere la seguente doppia condizione:

  • il contratto a tempo determinato deve risultare in essere al 23 febbraio (sono pertanto esclusi i contratti stipulati per la prima volta dopo il 23 febbraio);
  • il contratto di lavoro prorogato o rinnovato deve cessare entro il 30 agosto 2020.

Resta ovviamente ferma la possibilità di disporre una proroga “acausale” anche oltre il 30 agosto laddove la stessa, nel rispetto dell’art. 19, comma 1, del D.Lgs. n. 81/2015, non comporti il superamento del periodo di 12 mesi.