INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Si applica la sola tutela indennitaria se il recesso è stato intimato sulla base di un parere di inidoneità alla mansione rilasciato da una struttura sanitaria pubblica

Corte di Cassazione, 28 aprile 2023, n. 11248

data: 26.05.2023
Area: Diritto del Lavoro

Nel caso in cui un lavoratore venga licenziato per sopravvenuta inidoneità fisica all’espletamento delle mansioni sulla base di un parere rilasciato non già dal medico competente ma direttamente dalla struttura sanitaria pubblica certificante (Dipartimento di medicina legale dell’ASL), se detto giudizio risulta infondato, la responsabilità datoriale appare limitata e, come tale, non può essere punita con una sanzione più forte rispetto a quella indennitaria.

A tali conclusioni la Corte di Cassazione addiviene considerando che il datore di lavoro non può ignorare il giudizio di inidoneità fisica rilasciato da una struttura sanitaria pubblica.

Si applica la sola tutela indennitaria se il recesso è stato intimato sulla base di un parere di inidoneità alla mansione rilasciato da una struttura sanitaria pubblica

Corte di Cassazione, 28 aprile 2023, n. 11248

data: 26.05.2023
Area: Diritto del Lavoro

Nel caso in cui un lavoratore venga licenziato per sopravvenuta inidoneità fisica all’espletamento delle mansioni sulla base di un parere rilasciato non già dal medico competente ma direttamente dalla struttura sanitaria pubblica certificante (Dipartimento di medicina legale dell’ASL), se detto giudizio risulta infondato, la responsabilità datoriale appare limitata e, come tale, non può essere punita con una sanzione più forte rispetto a quella indennitaria.

A tali conclusioni la Corte di Cassazione addiviene considerando che il datore di lavoro non può ignorare il giudizio di inidoneità fisica rilasciato da una struttura sanitaria pubblica.